Login con

Farmacisti

28 Marzo 2023

Specializzandi non medici senza retribuzione: presentata proposta di legge per borse di studio


Andrea Crisanti (Pd) ha presentato disegno di legge che finanzia gli studi specialistici con borse di studio per gli specializzandi di area non medica

Gli specializzandi non medici, laureati in biologia, farmacia2, chimica, fisica, odontoiatria, psicologia, medicina veterinaria operano nei policlinici universitari, negli istituti di ricerca dei grandi ospedali, fanno diagnosi e prendono responsabilità a volte importanti, ma non sono retribuiti, anzi pagano, perché sono in formazione e non ci sono borse di studio del servizio sanitario o sono così limitate che devono farsi carico della propria specializzazione. Per rispondere a questa situazione il microbiologo Andrea Crisanti, già ordinario di microbiologia all'Università di Padova ha presentato come senatore Pd un disegno di legge che finanzia gli studi specialistici. Si tratta della proposta di legge 583 sulle borse di studio per gli specializzandi di area non medica, prossima ad iniziare il cammino parlamentare.


Farmacisti in strutture del SSN lavorano gratuitamente

Parliamo in tutto di circa 2500-2.600 specializzandi l'anno, che chiedono un riconoscimento, specialmente in una sanità dove i medici sono sempre meno e la presenza del personale è centellinata. "Gli specializzandi della scuola di Microbiologia clinica che dirigevo vivevano due disparità, i medici prendevano una borsa di studio e gli altri non medici no. Questa disparità non va bene, ecco perché il mio disegno di legge per porre rimedio e che presento oggi - ha spiegato Crisanti in una conferenza stampa, la sua prima nella nuova veste politica. "Genetisti che fanno anche diagnosi e sono oggi fondamentali negli screening, microbiologi che durante la pandemia hanno lavorato su milioni di tamponi, farmacisti, oggi sono inseriti nei turni delle strutture del SSN ma lavorano gratuitamente e questo va rivisto. Stiamo parlando di professioni essenziali per il servizio sanitario pubblico".


Mancanza di adeguate coperture finanziarie

A febbraio, da Segretario della 7ª Commissione Cultura al Senato, Crisanti aveva annunciato che almeno 1.500 specializzandi non medici sono equiparati ai laureati in Medicina dal Decreto Interministeriale n. 716/2016 sul "Riordino delle Scuole di specializzazione ad accesso riservato ai non medici" e il 70% dei loro crediti formativi matura in tirocini e pratiche che richiedono almeno 34 ore a settimana in ospedale: ma non beneficiano di borsa di studio, il loro prodigarsi non è remunerato "probabilmente, per la mancanza di adeguate coperture finanziarie". Peraltro, aggiungeva Crisanti, sono state le stesse direttive comunitarie 82/76, 93/16 e 2500/36 ad obbligare gli Stati membri a corrispondere un giusto compenso ai soli medici senza estenderlo alle altre figure professionali. Lo stesso Crisanti era stato protagonista a 8 febbraio di un'interrogazione al ministro della Salute Orazio Schillaci, e quest'ultimo nell'occasione ha annunciato un gruppo di lavoro sulle questioni relative alle scuole di specializzazione di area sanitaria non medica, ammettendo come le disparità riguardino non solo il trattamento economico ma le modalità di selezione per l'accesso, le modalità di accreditamento delle Scuole di specializzazione e delle strutture facenti parte della rete formativa delle Scuole stesse. "Dal ministro della Salute Schillaci abbiamo avuto un riscontro positivo sul tema e potrebbe aiutarci nell'iter, come anche l'appoggio di altri parlamentari".

TAG: BORSE DI STUDIO, SPECIALIZZANDI, SPECIALIZZANDI IN FARMACIA OSPEDALIERA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/04/2024

Farma Lavoro e Edra presentano un evento per valorizzare il ruolo chiave del farmacista nella società moderna. Appuntamento a Roma il 23 aprile presso l'Auditorium dello Stato maggiore...

A cura di Redazione Farmacista33

16/04/2024

Rinnovate le indicazioni per la contribuzione all’Ente bilaterale prevista dal contratto nazionale delle farmacie private, che è obbligatoria. Anche per quest’anno vengono confermate le...

A cura di Francesca Giani

11/04/2024

Ci sono delle novità emerse dalle ultime riunioni della Commissione nazionale Ecm, che ribadiscono anche le modalità di conteggio dei crediti da spostamento ...

A cura di Francesca Giani

10/04/2024

In alcune università sono previste le prove pratico valutative e le sessioni di laurea per gli studenti di Farmacia e Ctf che abbiano optato per il percorso...

A cura di Francesca Giani

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Un corpo in armonia

Un corpo in armonia

A cura di Lierac

Dormire poco e male è un campanello di allarme di altre patologie ma il primo step per gestire l’insonnia è fare la giusta diagnosi, in quanto ci sono 6 categorie di disturbi del sonno

A cura di Simona Zazzetta

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top