Login con

Farmaci

15 Febbraio 2024

Antibiotico-resistenza: in Europa salgono casi di Klebsiella pneumoniae resistente

ECDC in un documento sottolinea l’aumento dei casi di Klebsiella pneumoniae resistente a carbapenemi, situazione che preoccupa gli esperti

di Redazione Farmacista33


Antibiotico-resistenza: in Europa salgono casi di Klebsiella pneumoniae resistente

Sono aumentati, all’interno dei paesi dell'Unione Europea/Area Economica Europea (UE/SEE) i casi di Klebsiella pneumoniae ipervirulenta (hvKp) del tipo di sequenza (ST) 23 da quattro a dieci paesi rispetto all'ultima valutazione del rischio effettuata dall'European Centre Disease Prevention and Control  (ECDC) nel 2021. La resistenza agli antibiotici di ultima generazione preoccupa gli esperti, per questo si rende necessario aumentare le misure di prevenzione e controllo. Lo riporta un documento condiviso dall’ECDC.

Da 4 a 10 paesi, i dati dell’ECDC
Il documento sottolinea che l’aumento di casi di Klebsiella pneumoniae ipervirulenta (hvKp) del tipo di sequenza (ST) 23 è passato da quattro a dieci paesi, e il numero di isolati inviati per analisi da parte di questi paesi è aumentato da 12 a 143 isolati.
Inoltre, esistono ora prove di diffusione del ceppo dominante hvKp ST23-K1, tra strutture sanitarie in Irlanda nel corso di un periodo di cinque anni, nonostante i controlli rafforzati. Anche in Francia, Lettonia e Lituania sono stati rilevati cluster di isolati hvKp ST23-K1, indicativi di potenziale trasmissione all'interno del paese. Una diffusione simile all'interno e tra le strutture sanitarie potrebbe già verificarsi in altri paesi dell'UE/SEE con sorveglianza meno consolidata.

La preoccupazione degli esperti:possibili infezioni non trattabili

 L'emergere di K. pneumoniae con ipervirulenza combinata e resistenza agli antibiotici di ultima linea, come i carbapenemi, continua la nota, è preoccupante poiché, a differenza dei ceppi 'classici' di K. pneumoniae, quelli hvKp possono causare gravi infezioni in individui sani, spesso complicati dalla disseminazione in vari siti del corpo. Precedentemente, i ceppi hvKp erano principalmente riscontrati in Asia, erano acquisiti in comunità e solo raramente resistenti agli antibiotici. Tuttavia, segnalazioni recenti indicano una distribuzione geografica crescente, un'associazione con l'assistenza sanitaria e una resistenza multidrug. Con la convergenza di virulenza e resistenza agli antimicrobici nei ceppi hvKp, esiste la possibilità di infezioni potenzialmente non trattabili in adulti precedentemente sani. È da aspettarsi un'evenienza di morbilità e mortalità ancora più elevate se i ceppi hvKp resistenti ai carbapenemi si diffondono nelle strutture sanitarie e colpiscono una popolazione di pazienti vulnerabili. È stata confermata la trasmissione sostenuta di hvKp ST23 portatori di geni di carbapenemasi tra strutture sanitarie di un paese dell'UE/SEE. La probabilità di ulteriore diffusione e stabilizzazione di hvKp portatori di geni di carbapenemasi nelle strutture sanitarie nei paesi dell'UE/SEE con conseguente impatto significativo sulla morbilità e mortalità è pertanto attualmente considerata alta.

Rafforzamento di misure e controllo

 È importante rilevare precocemente hvKp e prevenire ulteriore disseminazione nelle strutture sanitarie nei paesi dell'UE/SEE per evitare ulteriore stabilizzazione di hvKp portatori di geni di carbapenemasi come patogeno associato all'assistenza sanitaria. Le opzioni di risposta includono:l'invio di segnalazioni ai medici e ai laboratori di microbiologia clinica; l'istituzione di una capacità di laboratorio sufficiente per rilevare gli isolati di hvKp compresa la sequenziatura del genoma completo; l'invio di tutti gli isolati sospetti di hvKp con o senza resistenza agli antimicrobici aggiuntiva ai laboratori di riferimento nazionali e il rafforzamento delle misure di prevenzione e controllo delle infezioni nelle strutture sanitarie. La raccolta prospettica di dati sugli isolati di hvKp, compresi dati epidemiologici e clinici su casi di infezione, portatore e fattori di rischio associati, migliorerebbe la comprensione della diffusione nazionale e delle vie di trasmissione e determinerebbe la necessità di ulteriori sorveglianze.


Per saperne di più:
https://www.ecdc.europa.eu/en/publications-data/risk-assessment-emergence-hypervirulent-klebsiella-pneumoniae-eu-eea 

TAG: FARMACISTI, SANITà , ANTIBIOTICORESISTENZA, EUROPEAN CENTRE FOR DISEASE PREVENTION AND CONTROL (ECDC), FARMACI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

05/04/2024

L'Italia investe nella formazione universitaria l'1,5% della spesa pubblica, contro il 2,3% della media Ue: si posiziona sotto Germania, Francia e Spagna. I...

A cura di Francesca Giani

05/04/2024

Uno studio recente, presentato durante la 14° Conferenza Europea sul Cancro al Seno,  evidenzia l’importanza di includere l’esercizio fisico come parte integrante della cura ...

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

05/04/2024

Il nuovo Codice della strada ha ricevuto il primo via libera ed è arrivato alcuni giorni fa alla Camera: prevede una revisione del concetto di “condotta...

A cura di Redazione Farmacista33

04/04/2024

Le terapie digitali rappresentano un’opportunità per l’assistenza domiciliare del paziente cronico e sono un approccio particolarmente innovativo in cui gli “algoritmi” possono diventare...

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Benessere in menopausa e integratori naturali

Benessere in menopausa e integratori naturali

A cura di Erba Vita

A partire dal 1° aprile, Roberto Bettin assume il ruolo di General Manager Southern Europe di embecta: Italia, Spagna, Portogallo e Grecia si uniranno come...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top