Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

AIFA vuole il taglio prezzi dei generici


Sui farmaci fuori brevetto è possibile un risparmio per il Servizio sanitario nazionale di circa 800 milioni di euro. Un taglio realizzabile a stretto giro, attraverso una riduzione dei prezzi dei generici imposto per decreto. E che potrebbe essere accompagnato da interventi correttivi per eliminare i meccanismi di alterazione del mercato, legati ai cosiddetti extra-sconti alle farmacie da parte dei produttori e grossisti che gonfiano il prezzo finale pagato dalla parte pubblica. Lo hanno riconosciuto i tecnici dell''Agenzia italiana del farmaco (Aifa), come riferito da Enrico Rossi, assessore della Toscana e coordinatore degli assessori regionali della sanità, riuniti oggi nella sede dell''ex ministero della Salute a Roma. Per recuperare gli 800 milioni di euro si potrebbe, dunque, intervenire da subito attraverso "un decreto che permetta l''abbassamento del prezzo dei generici. Ma è possibile anche stabilire meccanismi per il futuro che non consentano più l''alterazione del mercato", spiega Rossi all''uscita della riunione. "Abbiamo preso una posizione comune - continua - sui farmaci off patent che vengono sovrappagati dal servizio pubblico, come avevamo già denunciato. Anche i tecnici dell''Agenzia hanno riconosciuto che ci sono 800 milioni risparmiabili. Noi rivendichiamo che tutto questo è stato fatto per iniziativa delle Regioni". Il problema che porta a gonfiare i prezzi, spiega Rossi, è legato al fenomeno, tutto italiano, che non consente -come invece succede negli altri Paesi - che, dopo la scadenza del brevetto il prezzo continui a ridursi per effetto della concorrenza. In Italia, invece, "viene pubblicato in Gazzetta Ufficiale il prezzo più basso, che poi resta stabile, senza ridursi". E questo perch� "le ditte produttrici del farmaco continuano a dichiarare al ministero della Salute e all''Aifa un prezzo che in realtà non viene praticato perch� vengono applicati super-sconti alle farmacie. Ai nostri conti era circa un miliardo, i tecnici di Aifa e ministero lo hanno quantificato in 800 milioni". La Fofi evidenzia che tutte le componenti della filiera del farmaco, in sede di tavolo tecnico sulla farmaceutica, hanno espresso una assoluta contrarietà, pur nella diversa articolazione delle motivazioni, tutte comunque attinenti alla conseguenze fortemente negative sullo sviluppo del mercato dei farmaci off patent  e sulla redditività delle farmacie, con gli evidenti possibili riflessi sui livelli occupazionali del comparto.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Combattere e prevenire i primi malanni di stagione dei più piccoli

Combattere e prevenire i primi malanni di stagione dei più piccoli


L’Aifa ha recepito nuove misure indicate dall’Ema sulle restrizioni d’uso dei farmaci contenenti valproato e ha pubblicato un Nota informativa importante...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top