Login con

Politica e Sanità

05 Settembre 2016

Ema a Milano? Garattini: vantaggi per l’Italia e per l’Agenzia stessa


«La nostra cultura potrebbe migliorare il tipo di attività che ora svolge l'Agenzia europea per i medicinali e renderlo sempre più adeguato all'interesse dei pazienti». Lo sottolinea, mentre si fanno sempre più fitti gli incontri tra le Istituzioni nazionali, il direttore dell'Irccs Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano Silvio Garattini, convinto che avere l'Ema in Italia comporterebbe vantaggi non solo per il nostro Paese ma anche per l'Agenzia stessa e, di conseguenza, per i cittadini europei.

Il trasferimento dell'Agenzia del farmaco da Londra a Milano è una voce che gira con sempre maggiore insistenza e Garattini ritiene che vi siano ottime probabilità che si traducano in realtà: «Brexit fa sì che le agenzie europee che si trovano a Londra debbano essere trasferite in altri Paesi e l'Italia è in prima fila per avere l'Ema». Le ragioni sono molte: «Intanto Milano può offrire una sede importante come l'area che ha ospitato Expo; inoltre nel territorio circostante c'è una formidabile concentrazione di industrie farmaceutiche e ci sono le possibilità di offrire personale qualificato perché abbiamo molti gruppi competenti e infine possiamo offrire ricerca di prim'ordine, dato che in Lombardia esistono parecchie università, sedi del Cnr e 19 Irccs». C'è poi un fatto importante: nonostante il gran numero di aziende farmaceutiche, in Italia non ci sono grandi multinazionali del farmaco e dunque «il nostro Paese non è esposto a eventuali critiche o a eventuali favoreggiamenti».

I vantaggi, ovviamente, sarebbero anche per Milano e per l'Italia: «Ospitando la sede centrale dell'Ema - spiega Garattini - sarebbe molto più facile che molti dei lavori necessari per l'approvazione dei nuovi farmaci possano essere conferiti all'Italia, e in particolare alla Lombardia, dove abbiamo sedi e strutture adeguate. Certo, se Governo, Regione, Comune e Assolombarda sono interessati a questa acquisizione, devono agire molto rapidamente, essere efficienti e fare in modo di preparare tutte le infrastrutture necessarie per ospitare un'attività di questo genere».

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Con “Battiti Per Il Cuore”, consigli preziosi per fare prevenzione

Con “Battiti Per Il Cuore”, consigli preziosi per fare prevenzione

A cura di Viatris

A livello mondiale c’è un aumento dei casi di virus Dengue, l’Italia ha disposto più controlli alle frontiere marittime e aeree per cercare di contrastarne...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top