Login con

Politica e Sanità

11 Novembre 2016

Farmacia dei servizi in Lombardia, commissione Sanità: sì a proposta di legge


La farmacia dei servizi entra nella nuova proposta di legge sul servizio farmaceutico della Lombardia, licenziata nei giorni scorsi dalla commissione Sanità del Consiglio regionale. Nel profilo dei servizi erogati, la telemedicina, prestazioni di analisi, prenotazioni di visite ed esami specialistici, campagne di prevenzione, integrativa, monitoraggio delle terapie in collaborazione con medici di famiglia e pediatri di libera scelta.

La proposta deve passare all'esame dell'assemblea per l'approvazione e tra luci e ombre riceve il plauso di Federfarma Lombardia: «Siamo soddisfatti per le disposizioni sulla farmacia dei servizi. Nell'iter consiliare della proposta di legge cercheremo di introdurre altre modifiche». Secondo il sindacato, il passaggio più importante delle nuove norme, che andranno ad «armonizzare le norme in materia di farmacie con il nuovo assetto della sanità lombarda, ridisegnato dalla riforma dell'anno scorso», è nell'articolo «sulle farmacie di servizio». L'obiettivo è «promuovere la valorizzazione della rete delle farmacie territoriali, che in aggiunta alle funzioni già assicurate (distribuzione di farmaci e presidi sanitari, autodiagnostica eccetera) sono autorizzate a varare programmi di promozione della salute, erogare prestazioni analitiche e di telemedicina, distribuire prodotti e ausili di protesica e assistenza integrativa, fornire servizi alla persona in raccordo con le Ats (la nuova denominazione delle Asl lombarde), assicurare il monitoraggio dell'aderenza terapeutica nell'ambito dei modelli di presa in carico e attraverso strumenti validati».

Nella zona d'ombra, invece, gli articoli sui turni: «La proposta di legge fissa a 90mila abitanti, incrementabile fino a 100mila nei centri a elevata densità di popolazione, il quorum sul quale parametrare il totale delle farmacie in servizio notturno, mentre Federfarma avrebbe preferito arrivare a 120mila, considerata la liberalizzazione degli orari e le aperture fino a tarda notte». Un altro articolo su cui il sindacato non è «del tutto soddisfatto» è quello sulle commissioni di vigilanza». (SZ)

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Delicatezza, protezione e rispetto per tutti i tipi di pelle

Delicatezza, protezione e rispetto per tutti i tipi di pelle

A cura di Viatris

I paesi che hanno ridotto il consumo di antibiotici hanno visto una riduzione dei batteri resistenti agli antibiotici. Lo afferma il quarto rapporto congiunto...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top