Login con

Politica e Sanità

23 Marzo 2018

Diretta, consegna farmaci in Case salute. Titolari: pazienti in farmacia per avere informazioni


Farmaci in pacchetti chiusi consegnati in Case della Salute, talvolta anche da infermieri, o in strutture ospedaliere, tutti insieme, così che i pazienti vanno poi in farmacia per chiedere spiegazioni sulle modalità di somministrazione. Sono diverse le segnalazioni di casi come questo e da ultimo a lamentare la situazione è una farmacia di Parma. «L'Accordo sulla Dpc di aprile dell'anno scorso per riequilibrare il rapporto tra distribuzione diretta, Dpc e convenzionata, e omogeneizzare la situazione sul territorio» spiega Achille Gallina Toschi, presidente di Federfarma Emilia Romagna, «secondo quanto riferisce la Regione, risulta essere rispettato, ma va detto che gli obiettivi che si proponeva di raggiungere sono bassi rispetto a quella che è la situazione della distribuzione diretta in Regione. Casi come quello segnalato accadono, soprattutto in alcune zone, e sono figli di una situazione protratta per anni. Per quanto ci riguarda, stiamo lavorando, già ora, con la Regione per rinnovare l'Accordo con volumi più alti rispetto a una diminuzione della diretta e a un trasferimento in Dpc e in convenzionata e da parte della Regione abbiamo registrato disponibilità». Un primo passo in questa direzione «è stata la firma del regolamento sulla Dpc, che prevede la validazione del piano terapeutico in farmacia e non più in ospedale, con conseguente consegna nei nostri presidi del primo ciclo di terapia».

Per la sua attuazione, «ci stiamo già muovendo a mettere in campo i passaggi a livello di piattaforma informatica e soprattutto di formazione, che partirà a breve. Questo perché la farmacia dovrà assicurare il controllo dell'appropriatezza, della posologia, e così via». C'è poi il tema della preintesa sull'Autonomia firmata, prima delle elezioni, da Lombardia, Veneto e Emilia Romagna, in cui in particolare quest'ultima regione ha rivendicato autonomia rispetto alla definizione delle modalità di distribuzione dei farmaci (si veda Farmacista33 del 1 marzo): «contenuti che sono in contrasto con il lavoro di omogeneizzazione nazionale che si sta facendo in sede di rinnovo della Convenzione al tavolo con la Sisac e con l'Accordo regionale in essere. Con la premessa che si tratta di una pre-intesa, di sapore elettorale, e che dovrà essere recepita dal nuovo Governo, ci stiamo muovendo insieme a Federfarma nazionale: abbiamo inviato una lettera al Governatore e all'Assessore per richiedere un incontro e discuterne».


Francesca Giani

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Contrastare la perdita di compattezza ed elasticità della pelle

Contrastare la perdita di compattezza ed elasticità della pelle

A cura di Bios Line

L’aumento dei casi di morbillo e i recenti decessi in due paesi UE/SEE preoccupano gli esperti dell’ECDC, in particolare le fasce deboli come i bambini sotto...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top