Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Cavie su misura


L’ingegneria genetica permette di creare cavie di laboratorio, da topi, zebrafish, rane, conigli fino ai bovini, progettate e modificate in modo che esprimano una proteina target in grado di evidenziare le risposte a un determinato farmaco. E le reazioni dell''organismo diventano visibili all''occhio dello scienziato, attraverso tecniche di imaging o altri esami che lasciano l''animale in vita. "Una strategia che ci permetterà di dosare i farmaci in maniera precisa e di ridurre inutili effetti collaterali” assicura Adriana Maggi, direttrice del Centro di eccellenza sulle patologie neurodegenerative (Cend) dell''università Statale di Milano. "Negli ultimi tempi � continua la ricercatrice - gli scienziati studiavano il funzionamento delle molecole sulla singola cellula o sul singolo organo, proprio per evitare di usare gli animali negli esperimenti. Un approccio restrittivo al quale però sfuggivano fenomeni di tossicità del farmaco che si manifestavano per esempio in organi diversi dal target dell''esperimento". Il primo della serie di animali ingegnerizzati è stato il topo reporter, usato per osservare l''azione degli ormoni femminili. Oggi l''inventario si sta ampliando: gli scienziati hanno a disposizione persino vermi e moscerini da frutta. "Un modello interessante - osserva Maggi - è lo zebrafish, un pesciolino che ha alcuni meccanismi di base simili a quelli dell''uomo ed è particolarmente adatto alla ricerca perch� è piccolo e facilmente aggredibile dal farmaco ed essendo trasparente, è molto facile osservarlo attraverso tecniche di imaging".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Giornate frenetiche?  Ritrova la giusta carica

Giornate frenetiche? Ritrova la giusta carica

A cura di Viatris

Nelle Marche la sperimentazione della Farmacia dei Servizi prorogata per tutto l’anno. Sulle prestazioni cardiologiche Federfarma Ascoli: limitate liste...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top