Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Evitare il quick fix per i bimbi iperattivi


Secondo i dati presentati dal comitato Giù le mani dai bambini, al convegno “Bambini diversamente vivaci: patologia o risorsa?”, in Italia la percentuale dei bimbi con la sindrome da deficit dell''attenzione e iperattività (ADHD), sottoposti a terapia con psicofarmaci, è tripla rispetto a quella americana e addirittura quintupla rispetto a quella inglese. “Per la precisione � spiega da Luca Poma, portavoce del comitato � l’83% nel nostro Paese, 32% negli Stati Uniti e 18% in Inghilterra. Un fenomeno in crescita che, in un prossimo futuro, rischia di coinvolgere decine di migliaia di piccoli italiani". E lancia un appello al Parlamento: “E’ necessario - sottolinea Poma - approfondire i motivi per i quali qualcuno, nonostante tutte le evidenze scientifiche prodotte, continua a rifiutarsi di modificare questi protocolli". Presente al convegno anche William Carey, professore di Pediatria clinica all''Università della Pennsylvania e componente dell''Accademia delle scienze statunitense. "Negli ultimi quindici anni - ha dichiarato - la produzione di Ritalin è aumentata di ben 17 volte. Da noi negli Stati Uniti solo per l''iperattività vengono somministrati questi psicofarmaci a oltre 4 milioni di bambini e ragazzi. I criteri diagnostici per definire l''iperattività sono a tal punto vaghi e inesatti che molti bambini normali vengono inclusi nelle diagnosi e messi in cura con psicofarmaci".  L''esperto americano rivolge quindi un appello agli specialisti e al governo italiano. "Almeno voi in Italia - ha detto - evitate la mentalità americana del quick fix, ovvero l''idea che situazioni complesse possano avere risposte semplici. Il vostro Governo nazionale - ha concluso Carey - deve giocare un ruolo importantissimo nello stabilire limiti all''uso di questi farmaci e l''esempio dell''abuso che avviene negli Stati Uniti dovrebbe indurre le autorità a essere molto caute"

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Una grande novità nel mondo del beverage - Sant'Anna

Una grande novità nel mondo del beverage - Sant'Anna

A cura di Sant'Anna

Un nuovo studio clinico, pubblicato sull’International Journal Experimental and Therapeutic Medicine, mostra che l’integrazione con acido ialuronico riduce...

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top