Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

In farmacia una cosmesi accorta


Venerdì 7 maggio il Gruppo Cosmetici in Farmacia di Unipro ha presentato i dati della ricerca condotta da GFK Eurisko, dal titolo "Caratteristiche e motivazioni del consumatore di cosmeti­ci in Farmacia" . Ne è seguito un dibattito sostenuto, oltre che dal presidente del GCF, Franco Brambilla, da Gioacchino Nicolosi, Vice­presidente di Federfarma, France­sco Rastrelli, Presidente dell''Or­dine dei Farmacisti di Brescia che cura i rapporti con Unipro per conto della Federazione, e Elisabetta Invernici, beauty editor. La discussione ha sottolineato come la farmacia venga percepita dai consumatori quale punto di riferimento per la salute ed il benessere: sulla base di questo assunto, è stata avvalorata la tesi per la quale vendere i prodotti attraverso il canale delle farmacie significa qualificarli  e dar loro un valore aggiunto “scientifico”, sostenuto per altro dall’ambiente e dal servizio offerto dal personale qualificato. Nell’ottica di un concetto di salute allargato alla sfera del benessere fisico e psicologico, come sottolineato da Francesco Rastrelli: “al farmacista compete sia il ripristino che il mantenimento della salute dei cittadini che a lui si rivolgono, condizione che si realizza consigliando un  prodotto piuttosto che scoraggiandone l’uso. Anche in relazione alla vendita di cosmetici, pertanto, è necessario che ci si attenga a questo principio, fornendo un consiglio competente e qualificato, prescindendo dalla logica del profitto”. Non va dimenticato, ha proseguito il presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Brescia, che “a differenza di ciò che normalmente si pensa, anche i prodotti cosmetici possono provocare, proprio come i farmaci, l’insorgenza di numerose (talvolta gravi) reazioni avverse, in quanto contengono sostanze biologicamente attive, ragion per cui si devono considerare l’associazione contemporanea di altri prodotti in grado di interagire col cosmetico, l’abuso e uso improprio, intolleranze, sensibilizzazioni allergiche. L’argomentazione al cliente si baserà pertanto sulla conoscenza dei benefici, dei vantaggi, delle caratteristiche e delle modalità d’uso dei prodotti, usando un  linguaggio scientifico  ma comprensibile e non banale”.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Affrontare la stitichezza nei cambi di stagione - Fave di Fuca

Affrontare la stitichezza nei cambi di stagione - Fave di Fuca


L’anemia da carenza di ferro può colpire anche bambini e adolescenti. È importante saperla riconoscere e cosa fare per trattarla

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top