Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Efficacia da valutare in armonia


Per  il dg dell’AIFA, Guido Rasi, "c''è un evidente bisogno di armonizzare le attuali pratiche europee e statunitensi per la valutazione di efficacia comparativa dei farmaci”

Rasi è intervenuto lunedì ad Atlanta (Usa) al simposio “Finding common requirements and endpoints for licensing and reimbursement agenzie”, organizzato dall''International Society For Pharmacoeconomics and Outcomes Research (Ispor) per parlare del ruolo fondamentale delle agenzie regolatorie nel promuovere l''innovazione e migliorare la qualità delle cure. "Questo obiettivo - ha suggerito Rasi - potrebbe essere raggiunto attraverso un migliore coordinamento fra le iniziative già esistenti; lo scambio delle esperienze migliori; chiarendo bene le differenti prospettive e le richieste di dati da parte delle agenzie, rendendo le decisioni più prevedibili; individuando e adottando modelli comuni nel processo di ricerca e sviluppo, utili anche nelle decisioni sui prezzi e i rimborsi; stimolando un dialogo precoce fra i vari attori coinvolti; infine, riflettendo sugli sviluppo futuri legati, ad esempio, all''impatto della medicina personalizzata sulla definizione dei diversi target all''interno della popolazione". "La popolazione che invecchia sempre più e che ha bisogni in costante crescita per quanto riguarda le malattie croniche, insieme all''introduzione di nuove tecnologie (nel periodo 2009-2012 arriveranno oltre 50 richieste di approvazione per nuovi farmaci antitumorali) - ha aggiunto Rasi - hanno contribuito all''aumento della spesa farmaceutica. E questo ha portato a interventi di contenimento sia attraverso il controllo dei prezzi, sia la razionalizzazione della copertura di un numero crescente di medicinali. Come risposta politica alla crescita della spesa sanitaria e farmaceutica, l''amministrazione americana ha stabilito un consiglio federale per coordinare e supportare la ricerca sull''efficacia comparativa dei medicinali. La Commissione europea ha invece creato un progetto sull''Health Technology Assessment e la relativa efficacia dei farmaci. Entrambe queste iniziativa mirano a una spesa intelligente, facendo il miglior uso possibile delle limitate risorse disponibili”.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Una menopausa più serena con Umoresano

Una menopausa più serena con Umoresano

A cura di Metagenics

Il Prac dell’Ema ricorda agli operatori sanitari che c’è il rischio di reazioni avverse gravi e potenzialmente fatali se Paxlovid viene utilizzato in ...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top