Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

In vista restrizioni Ue per farmaci tradizionali cinesi


Guai in vista per la medicina tradizionale cinese. Secondo quanto riferisce il Global Times, infatti, nel giro di pochi mesi entrerà in vigore una direttiva europea che imporrà un divieto di utilizzo e che limiterà drasticamente l''utilizzo di numerosi prodotti della medicina tradizionale cinese. Dal 1 aprile 2011 questo genere di prodotti, per essere commercializzati in Europa, dovranno essere muniti di licenza per ottenere la quale le aziende distributrici dovranno provare che essi sono stati già usati per almeno trent''anni di cui almeno 15 in Europa. Una limitazione che sta suscitando numerose polemiche, essendo considerata da molti ingiustificata. Man Fong Mei del Consiglio per la medicina cinese tradizionale in Gran Bretagna ha detto al Global Times che la direttiva europea costituisce una grave discriminazione contro sistemi medicinali alternativi a quelli usati in occidente. «Le aziende che producono prodotti di medicina tradizionale cinese» ha detto Xu Ming, che si occupa delle importazioni ed esportazioni di questi articoli per la Camera di commercio cinese «trovano molta difficoltà a conformarsi ai requisiti richiesti dall''Europa, anche perché registrare anche un singolo prodotto è estremamente costoso, circa 1 milione di yuan (circa 100.000 euro) e questo scoraggia la maggior parte delle aziende a fare richiesta». Secondo Xu il problema deriva anche dalla scarsa fiducia che in occidente, e soprattutto in Europa, c''é nei confronti della medicina cinese.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Neobianacid, efficacia non inferiore a omeprazolo

Neobianacid, efficacia non inferiore a omeprazolo


Cube Labs, venture builder italiano nel settore Life Science, e FTherapeutics, cluster di società spagnolo specializzato in consulenza per la scoperta e lo sviluppo di nuovi farmaci, hanno...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top