Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Sale melanoma under-30, un registro nazionale per monitorare


Le lampade Uv e esposizione dei bambini al sole senza protezione adeguata fa sì che il melanoma colpisca sempre più frequentemente i giovani: oggi un paziente su 4 ha meno di 30 anni mentre 10 anni fa i casi sotto i 30 anni erano solo il 5%. Per comprendere meglio le cause di questa tendenza nasce il registro nazionale dei pazienti portatori di diversi tipi di melanoma. L''iniziativa è stata annunciata da Paolo Ascierto dell''Istituto nazionale dei tumori di Napoli fondazione Pascale, secondo il quale «finora in Italia non esisteva un registro nazionale per il melanoma, cioè un vero e proprio database che raccolga tutti i casi. Questa grave lacuna oggi è stata colmata grazie al progetto dell''Intergruppo melanoma italiano (Imi), con l''avvio del registro. È prevista l''adesione di almeno 45 centri entro l''estate 2011». Si stima che ogni anno, in Italia, vi siano circa 7.000 nuove diagnosi di melanoma e 1.500 decessi. L''incidenza è cresciuta a un ritmo superiore a qualsiasi altro tipo di tumore, (+30% negli ultimi 10 anni), ad eccezione del polmone nelle donne. Il problema, secondo gli esperti, sono le scottature prese in passato quando si stava ore e ore al mare senza protezione ignari dei rischi, e le lampade abbronzanti: queste, se usate sotto i 30 anni, aumentano il rischio melanoma del 75% (quasi il doppio). Il registro si pone due obiettivi: verificare sul territorio nazionale l''incidenza del tumore e monitorare le modalità di trattamento per renderle omogenee in tutta Italia.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

La nuova strategia uniformante anti-macchia

La nuova strategia uniformante anti-macchia

A cura di Somatoline

Dopo appena due settimane dalla nomina, Giorgio Palù ha lasciato l’incarico di presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), sarebbe dovuto restare in carica un anno

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top