Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

La presidente AIFA ascoltata in Commissione


La Commissione di inchiesta sul Servizio sanitario nazionale, ha ascoltato ieri il presidente dell''Agenzia italiana del farmaco (AIFA), Antonella Cinque, che ha illustrato ai senatori della Commissione il funzionamento dell''Agenzia e risposto alle molte domande. Per il presidente della Commissione Antonio Tomassini l''audizione ha fornito elementi di chiarezza importanti, ma non mancano fattori che necessitano di ulteriori approfondimenti, che saranno, dunque, oggetto di ulteriori audizioni di rappresentanti dell''AIFA. "Quando ci dicono che i dossier degli equivalenti � ha detto Tomassini - sono controllati a campione ciò ci crea alcune preoccupazioni. Vuol dire, teoricamente, che potrebbero persino circolare equivalenti che non sono realmente tali. O potrebbero essercene di non realmente autorizzati, perch� non è stata controllata la scadenza brevettuale". Tra gli altri aspetti da chiarire sull''attività dell''Aifa, emersi dalle domande dei senatori, "c''è il problema dei bilanci, che bisogna controllare in trasparenza. Mi sembrano, inoltre - aggiunge - evidenti le possibili interferenze tra ministero della Salute e Agenzia". Infine i problemi di possibili conflitti di interesse per il Comitato tecnico scientifico (CTS). "Esistono delle situazioni - sostiene Tomassini - in cui i consulenti potrebbero essere in conflitto di interesse, e ciò non è controllabile". Su questo, però, la presidente Cinque ricorda che nell''Agenzia si vigila attentamente. "Se si svolge una funzione che ha una rilevanza pubblica � ha ricordato Cinque - per quanto riguarda l''Agenzia, sia nel CDA sia nel CTS, non si può avere un''attività di tipo libero professionale con soggetti terzi che hanno un evidente conflitto di interesse con il ruolo autorizzativo dell''Agenzia. Questo viene vigilato. E il direttore generale è attentissimo su questo punto". La presidente Cinque ha anche ringraziato i parlamentari che si sono impegnati per l''allargamento della dotazione del personale dell''AIFA che potrà contare su un organico di 250 persone e non più di 190. L''allargamento contenuto del decreto collegato alla Finanziaria, ora diventato legge "ci consente di stabilizzare il personale precario. E in un''Agenzia che ha funzioni così delicate - ha concluso - evitare il precariato e fidelizzare il personale è particolarmente importante".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Dalla natura, un aiuto efficace contro l’intestino pigro

Dalla natura, un aiuto efficace contro l’intestino pigro


Il quadro del segmento Veterinaria nel canale farmacia dall’analisi di New Line Ricerche di Mercato, presentata nel corso dell’Edra Veterinary Summit, organizzato oggi a Roma presso il Centro...

A cura di Francesca Giani

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top