Login con

Politica e Sanità

08 Settembre 2014

Farmacovigilanza veterinaria: in Italia segnalazioni sotto la media Ue


La farmacia sotto casa è facilmente raggiungibile per segnalare effetti avversi ai farmaci veterinari, in particolare per quelli somministrati ad animali di affezione, ma la farmacovigilanza veterinaria resta «una pratica molto rara»: a Verona nel 2012 ci sono state solo tre segnalazioni, in tutto il Veneto 23, in Italia 236, contro una media europea che può superare quota 3.000 l'anno. È quanto segnala Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, ricordando che le Linee guida per la gestione del sistema di farmacovigilanza veterinaria nazionale, emanate dal ministero della Salute nel 2010, prevedono che la segnalazione venga effettuata in via primaria al medico veterinario e al farmacista. «È quindi molto facile rivolgersi direttamente alla farmacia sotto casa. I professionisti trasmetteranno poi le segnalazioni alle autorità competenti. La trasmissione elettronica delle segnalazioni di eventi avversi» si legge nella nota «è obbligatoria dal 2005, e attualmente l'Evvet (database europeo EudraVigilance Veterinar) contiene più di 90.000 segnalazioni di eventi avversi, dei quali circa 59.000 si sono verificati all'interno dell'Unione europea, e 31.000 al di fuori dell'UE».
I dati italiani segnalati dal sindacato provinciale, sono tratti dal Bollettino di farmacovigilanza veterinaria del ministero della Salute e bastano per affermare che la cultura su questa pratica è «praticamente inesistente» in Italia e ha bisogno di «essere fortemente incrementata». Tra i 236 casi segnalati nel 2012, prosegue la nota dei Federfarma Verona, le specie coinvolte sono state bovino, suino, api, coniglio, pecora, cane, gatto, e volatili; tra le reazioni avverse a sostanze contro gli ectoparassiti, gli endoparassiti o entrambi, le specie più implicate risultano essere il cane, il gatto e le api mentre con gli antiinfettivi lo spettro interessava più specie (bovino, cane, gatto, coniglio, suino). «Oltre alle sospette reazioni avverse» dice Bacchini «esistono anche i casi di mancata efficacia del farmaco, oppure casi in cui vengono rilevati tempi di attesa superiori a quanto previsto dalle caratteristiche indicate nel foglietto illustrativo e anche problemi di impatto ambientale derivanti dall'utilizzo del farmaco. Invito quindi sia allevatori che privati a fornire le loro preziose informazioni con tempismo perché esse devono essere trasmesse entro 15 giorni lavorativi dal momento della conoscenza dell'evento. Invece le sospette reazioni gravi e le segnalazioni di perdita di efficacia vanno inoltrate entro 6 giorni lavorativi».

Renato Torlaschi

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

La beauty routine con BIOPROTOCOL Sistema Capelli

La beauty routine con BIOPROTOCOL Sistema Capelli

A cura di Viatris

La Giunta Federale di Assofarm ha rinnovato i membri dell'Ufficio di Presidenza, nominato la Commissione per le Relazioni Industriali e definito la città che...

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top