Login con

farmacie

24 Novembre 2023

Farmacie, Folpini (New Line): tasso di conversione ingresso-acquisto studiato con scontrini e sensori

Il tasso di conversione tra gli ingressi in farmacia e gli acquisti non deve mai scendere al 50%. Conoscere il comportamento del target per migliorare l’offerta. Lo spiega Elena Folpini di New Line

di Redazione Farmacista33


Farmacie, Folpini (New Line): tasso di conversione ingresso-acquisto studiato con scontrini e sensori

Il tasso di conversione tra gli ingressi in farmacia e gli acquisti effettivi è molto variabile e dipende dalle zone: in quelle di passaggio è più alto rispetto a quelle residenziali, in alcuni casi può scendere anche al 50%, un valore considerato zona di “pericolo”. “Se gestisco una farmacia dove il 50% delle persone che entrano non acquistano nulla, c’è il forte rischio che le mie vendite potenziali vengano drenate da una farmacia vicina con un’offerta più efficiente. Si tratta di un valore che non dovrebbe mai scendere sotto al 60%”. Lo ha spiegato Elena Folpini amministratore delegato di New Line Ricerche di Mercato che ha presentato una ricerca “Conoscere i clienti della farmacia: i dati dei sensori incontrano quelli degli scontrini” in occasione della X edizione del Market Research Forum di Assirm che si è svolta a Milano nei giorni scorsi. La ricerca è stata realizzata nell’ambito di un progetto pilota che ha coinvolto 13 farmacie distribuite su tutto il territorio nazionale e analizzato 80.000 ingressi in un anno. In un’intervista a PharmaRetail spiega le premesse e i primi risultati ottenuti.  

Sensori intelligenti delle farmacie: raccolta dati nel rispetto della privacy
La ricerca spiega Folpini, nasce dall’intenzione di “proporre una visione nuova per conoscere i bisogni e i comportamenti delle persone che entrano in farmacia”. E gli scontrini generano dati di vendita che si possono integrare con sensori intelligenti, “ideati dal nostro partner New Line DS” posizionati all’interno delle farmacie che “riconoscono e classificano l’utenza in base a genere ed età. Nel rigoroso rispetto della privacy. I sensori osservano le persone che entrano nel punto vendita tracciandone le caratteristiche tipologiche ma senza registrare dati sensibili”.
Le farmacie sono state selezionate con un criterio di eterogeneità: farmacie collocate in zone di passaggio, o più residenziali, punti vendita più orientati all’offerta di farmaco Rx o a una proposta più commerciale o ancora farmacie che hanno driver specifici di ingresso, per esempio sono collocate vicino a un ospedale.

Il sensore, prosegue l’intervista, “registra e classifica gli ingressi, noi siamo in grado, associando il dato degli scontrini nello stesso intervallo temporale, di capire che cosa ha acquistato una determinata tipologia di clienti, di individuare in modo puntuale il comportamento di spesa. Ma anche-e questa è un’altra novità centrale e assolutamente innovativa del nostro approccio-di collocare questi risultati all’interno di uno specifico bacino di utenza della farmacia”.

La ricerca ha confrontato “la clientela stabile di ciascuna farmacia con i dati del relativo bacino di utenza per stimare quali clienti afferenti al proprio bacino d’utenza la farmacia non sta intercettando, quale fatturato incrementale si potrebbe generare migliorando la capacità di attrazione verso il bacino d’utenza, la relazione tra età/genere dei clienti e frequenza di visita. I sensori fotografano il bacino “catturato”, l’analisi lo confronta col bacino rilevante per verificare quali sono le caratteristiche non colte”.

Conoscere target su cui puntare per migliorare l’offerta
“Individuare la tipologia di persone che non sono entrate nella farmacia ma che fanno parte di un determinato bacino è fondamentale per capire quali sono i target su cui devo puntare per migliorare la mia offerta” commenta Folpini. Tra i primi dati emersi è stato osservato che “il tasso di conversione tra il numero di persone che entrano in farmacia e quelle che effettivamente poi acquistano è molto variabile. Nelle zone di passaggio il tasso di conversione è più alto, mentre è più basso nelle zone più residenziali. Nelle zone di passaggio una vendita non realizzata è una vendita persa, mentre nelle zone residenziali può significare solo una vendita posticipata. Però in alcuni casi il tasso di conversione arriva anche al 50%, un valore che coincide con l’ingresso in una zona di “pericolo”. Se gestisco una farmacia dove il 50% delle persone che entrano non acquistano nulla, c’è il forte rischio che le mie vendite potenziali vengano drenate da una farmacia vicina con un’offerta più efficiente. Si tratta di un valore che non dovrebbe mai scendere sotto al 60%”.    

“Questa prima ricerca – conclude Folpini nell’intervista - è un punto di partenza promettente, con potenziali ambiti di applicazione nell’ottimizzazione sia dell’offerta sia degli spazi. Le più recenti soluzioni che prevedono un occhio anche sullo scaffale saranno il prossimo passo”.

Per saperne di più:
https://www.pharmaretail.it/eventi/conoscere-clienti-farmacia-dati-sensori-scontrini-ricerca-new-line-market-research-assirm/ 

TAG: SCONTRINO ELETTRONICO, MERCATO FARMACEUTICO, FARMACIE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/02/2024

Gilead Sciences ha annunciato l’acquisizione di CymaBay Therapeutics per 4,3 miliardi di dollari che consentirà l’espansione della pipeline nel settore delle ...

A cura di Redazione Farmacista33

15/02/2024

L’industria cosmetica nazionale cresce sul mercato interno e sui mercati internazionali: i consumi cosmetici crescono nel 2023 e le esportazioni raggiungono...

A cura di Redazione Farmacista33

13/02/2024

Hippocrates Holding, gruppo con più di 400 farmacie, ha cambiato lo statuto diventando società benefit e conferma l’impegno per una crescita sostenibile ...

A cura di Redazione Farmacista33

12/02/2024

L’Italia è prima davanti a Germania e Francia per produzione farmaceutica conto terzi. Questo apre nuove possibilità per figure specializzate soprattutto per i...

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Nuxe presenta Merveillance Lift Glow

Nuxe presenta Merveillance Lift Glow

A cura di Nuxe

Nella settimana dedicata alla Raccolta del Farmaco di Banco Farmaceutico sono state donate quasi 600 mila confezioni. Più di 5 mila farmacie e 19 mila farmacisti...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top