Login con

Farmacisti

29 Gennaio 2021

E-order: dalla convenzionata alla Dpc. Indicazioni su modalità e tempistica dal Mef


Le novità in tema di e-order riguardano anche le farmacie. Indicazioni e chiarimento sul nuovo aggiornamento delle Linee guida

Le novità in tema di e-order, vale a dire l'obbligo di emissione e trasmissione elettronica dell'ordine di acquisto di beni e servizi, attraverso il Nodo di smistamento degli ordini (Nso) - il sistema di gestione che opera presso il Ministero dell'Economia e delle finanze -, riguardano anche le farmacie. Il nuovo aggiornamento delle Linee guida prevede alcune indicazioni e chiarimenti in relazione a quali ambiti di attività tipici delle farmacie vi ricadano e secondo quale tempistica. Vale la pena ricostruire che cosa si prevede.

E-order: cos'è, come funziona e quali sono le tempistiche di partenza

L'obbligo - stabilito dalla Legge Bilancio del 2018 e declinato dal decreto del Mef del 7 dicembre 2018 - riguarda, come si ricorderà, almeno in una prima fase, gli ordini emessi verso i fornitori dai soli enti del Ssn - Regioni, Asl, strutture ospedaliere, così come dai soggetti (anche privati) che ordinano per loro conto. A essere implicati sono tutti gli ordini a cui poi seguirà una fattura elettronica (ordini di acquisto, di comodato d'uso, di riparazione, di apertura conto deposito, di noleggio bene, di fatturazione e ripristino, di prodotti a scorta, di transito occasionale, di fatturazione). L'impatto, quindi, è per tutti i fornitori, indipendentemente dall'oggetto della transazione commerciale, ma secondo modalità e procedure che sono diverse a seconda delle casistiche. Elemento centrale del sistema, a ogni modo, è il Nodo di smistamento degli ordini, il sistema centrale gestito dal Dipartimento della Ragioneria di Stato del ministero dell'Economia e delle Finanze, in grado di dialogare con le altre piattaforme della Pa - tra cui lo Sdi, il Sistema di interscambio della fattura elettronica - attraverso cui devono transitare le ordinazioni. "Nso" si legge nelle Linee guida V1.1 "gestisce lo scambio, tra clienti e fornitori, degli ordini di acquisto (e degli altri documenti eventualmente occorrenti). Oltre a provvedere al loro recapito, Nso verifica che i documenti trasmessi siano stati correttamente formati e che contengano tutte le informazioni necessarie al loro successivo utilizzo nelle fasi di fatturazione e pagamento". L'operatività, va detto, ha previsto una tempistica differente a seconda che l'oggetto dell'ordine fossero beni o servizi. In particolare, "per i beni, dal 1° febbraio 2020, l'ordinazione avviene esclusivamente in formato elettronico per il tramite di Nso e dal 1° gennaio 2021 non si può dar corso alla liquidazione e al successivo pagamento delle fatture che non riportino gli estremi dei corrispondenti ordini validati da Nso; per i servizi, invece la via telematica esclusiva è fissata dal 1° gennaio 2021, ma va ricordato che gli impatti su liquidazione e pagamento partono dal 1° gennaio 2022".

Farmacia: spesa convenzionata, Dpc, integrativa. Le casistiche di interesse

Ma quale è la situazione per la farmacia? A rispondere sono sempre le linee guida, pubblicate sul sito della Ragioneria dello Stato in una prima versione a fine anno e aggiornate il 21 gennaio: in particolare, va rilevata "l'esclusione dall'ambito di applicazione di Nso delle transazioni riferite alla cosiddetta spesa farmaceutica convenzionata o territoriale. Questa riguarda esclusivamente l'erogazione, su presentazione della ricetta del medico, di specialità medicinali, preparati galenici, prodotti dietetici, presidi medico-chirurgici e altri prodotti sanitari, per i quali il Ssn corrisponde alla farmacia il prezzo del prodotto erogato, al netto della eventuale quota di partecipazione alla spesa dovuta dall'assistito.
Sono invece soggetti all'emissione di Ordine elettronico mediante Nso:
- il servizio di distribuzione farmaci e dispositivi medici in regime di "distribuzione diretta" e "distribuzione per conto", in cui il bene sanitario eÌ acquistato dall'ente del Ssn e per il quale la farmacia emette fattura per l'aggio del servizio;
- prestazioni quali il servizio di assistenza domiciliare integrata a favore dei pazienti, il servizio di prenotazione, ritiro referti, e incasso per conto delle le strutture sanitarie pubbliche e private accreditate, ecc., nel caso in cui tali attività siano svolte dietro corrispettivo verso l'ente del Ssn;
- i servizi di distribuzione alimenti, ausili ed altro". In particolare, rispetto a quest'ultimo punto, "va notato che, seppure l'oggetto dell'acquisto da parte dell'assistito sia un bene, la transazione nei confronti della farmacia (o del rivenditore di prodotti sanitari) eÌ da intendersi un servizio".
Secondo quanto si apprende, l'orientamento di Federfarma è di ritenere, conformemente alle indicazioni delle linee guida, che valga la deroga al primo gennaio 2022 in relazione agli impatti su pagamenti e liquidazione.

Francesca Giani

TAG: DISTRIBUZIONE PER CONTO, SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, MINISTERO DELL'ECONOMIA, E-ORDER

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

10/05/2024

Ridurre i carichi di lavoro del farmacista, introducendo la figura dell’Assistente, un tecnico adeguatamente formato, e rendere la carriera di farmacista dipendente un lavoro professionalmente...

A cura di Redazione Farmacista33

08/05/2024

Arriva da Treviso la segnalazione della difficoltà delle farmacie nel reclutare farmacisti: negli ultimi mesi c’è un’impennata delle uscite dal servizio, anche di giovani farmacisti, senza...

A cura di Redazione Farmacista33

07/05/2024

Con il decreto Semplificazioni al farmacista, verranno concessi/richiesti nuovi servizi, la farmacia andrà sempre più a rafforzare la sua centralità e il ruolo sanitario del farmacista verrà...

A cura di Francesca Giani

06/05/2024

Il Movimento nazionale liberi farmacisti (Mnlf) chiedono che in occasione del rinnovo del Ccnl ci sia “aumento vero degli stipendi e degli straordinari” e che gli scatti di livello siano “resi...

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Avere a cuore la propria salute è una questione di prevenzione

Avere a cuore la propria salute è una questione di prevenzione

A cura di Viatris

Il Presidente dell’Aifa, Robert Nisticò ha incontrato il Presidente di Egualia (Industrie farmaci equivalenti, biosimilari a valore aggiunto), Stefano Collatina, presso la sede dell’Agenzia

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top