Login con

Farmacisti

04 Dicembre 2021

Green pass rafforzato e green pass ordinario, le nuove regole in vigore dal 6 dicembre


Parte dal 6 dicembre il Green pass rafforzato anche in zona bianca mentre quello base è stato esteso a ulteriori settori come il trasporto

Parte dal 6 dicembre il Green pass rafforzato - rilasciato a seguito di vaccinazione o guarigione da Covid-19 - anche in zona bianca, mentre il Green pass base, da tampone antigenico o molecolare negativo, è stato esteso a ulteriori settori quali per esempio i servizi di trasporto. Che cosa cambia nel dettaglio? Quali ricadute per i datori di lavoro e per le farmacie? Cosa occorre fare per essere pronti?

Da lunedì Super green pass in vigore anche in zona bianca

Come si ricorderà, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 26/11/2021 n.282 il decreto legge 26 novembre 2021, n. 172 che, dal 15 dicembre, modifica l'impianto di riferimento relativo all'obbligo vaccinale, esteso per altro alla terza dose e ad altre figure professionali, e che inasprisce le misure di contenimento al virus attraverso una nuova disciplina sul Green Pass. L'obiettivo alla base dell'intervento è stato quello di introdurre la necessità del Super Green Pass per accedere a spettacoli, eventi sportivi, ristorazione al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche nelle zone gialle e arancioni, ma, per gestire il periodo natalizio, tali condizioni, dal 6 dicembre fino al 15 gennaio, valgono anche in zona bianca. Da lunedì quindi per accedere a tali servizi e attività sarà necessario avere il Super green pass. Con il decreto, a ogni modo, l'obbligo del Green Pass "ordinario" è stato esteso a ulteriori settori: alberghi; spogliatoi per l'attività sportiva; servizi di trasporto ferroviario regionale e interregionale; servizi di trasporto pubblico locale. Nulla cambia per i lavoratori, per i quali resta valido il Green Pass base, anche da tampone antigenico o molecolare. A decorrere dal 15 dicembre 2021, poi, verrà ridotta a nove mesi - dai dodici attuali - la durata delle certificazioni verdi. Non è obbligatorio, per ottenere il Green pass o conservare la validità di 9 mesi, fare la dose di richiamo, ma la somministrazione della stessa proroga la durata del Green pass di ulteriori 9 mesi.

Step e ricadute per i datori di lavoro

Per quanto riguarda l'operatività quali cambiamenti ci saranno? In attesa di ulteriori specifiche, secondo le intenzioni del Governo i dati relativi alla nuova scadenza e la distinzione tra le due tipologie di Green Pass, si aggiornano in automatico. Anche se nella certificazione vi è ancora scritto "Certificazione validità 12 mesi", si legge nelle Faq del Governo, non è necessario ristampare il Green Pass in quanto la lettura corretta avviene attraverso il QR code. Per chi desiderasse invece avere l'indicazione della nuova scadenza corretta, sarà necessario riscaricarlo utilizzando lo stesso AUTHCODE o attraverso le consuete modalità. Anche chi possiede già un green pass per vaccinazione o guarigione non deve fare nulla: a riconoscerne la validità sarà direttamente l'App VerificaC19, che però andrà aggiornata (tutti lo dovranno fare, datori di lavoro compresi). Occorrerà scegliere la tipologia di controllo che si è chiamati a fare: quello relativo al Green Pass base, con tampone negativo, che appunto vale per ogni luogo di lavoro, oppure quella rafforzata con la vaccinazione o la guarigione dal Covid (per le attività ludiche e ricreative, ecc.).

Sogei al lavoro per rendere automatico controllo su obbligo vaccinale

I cittadini devono riscaricare il certificato solo in occasione della terza dose. In caso di positività, poi, il documento viene temporaneamente sospeso e riattivato successivamente. Secondo quanto riferito dal Sole 24 ore, Sogei sta lavorando con l'Ue per inserire delle funzionalità per la revoca istantanea, invalidando immediatamente il green pass in caso di tampone positivo. Sogei, secondo le anticipazioni, avrebbe reso noto che si sta occupando della realizzazione di servizi automatizzati per la verifica delle certificazioni di coloro che, secondo il nuovo decreto, dal prossimo 15 dicembre saranno obbligati a vaccinarsi, tra cui personale sanitario (con la terza dose) e scolastico.

Francesca Giani

TAG: COVID-19, SARS-COV-2, GREEN PASS

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

31/05/2024

La gestione dei minor disease nelle farmacie di comunità è uno strumento efficace per ridurre i costi sanitari. Importante la formazione: l'Università di Milano, in collaborazione con la Sifac ha...

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

31/05/2024

Dalla cronaca locale arrivano ancora una volta segnali di criticità del servizio farmaceutico. A Bolzano i dipendenti delle farmacie comunali hanno “un carico inaccettabile di ore di lavoro...

A cura di Simona Zazzetta

30/05/2024

In Francia, si sta verificando il primo grande sciopero dei farmacisti da almeno dieci anni. Le serrande delle farmacie sono abbassate per attirare l’attenzione su diverse questioni. Per i...

A cura di Simona Zazzetta

29/05/2024

Una strategia per raggiungere la resilienza tra i farmacisti è la leadership trasformazionale che prevede la partecipazione dei dipendenti al processo decisionale andando oltre leadership...

A cura di Sabina Mastrangelo

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

La beauty routine con BIOPROTOCOL Sistema Capelli

La beauty routine con BIOPROTOCOL Sistema Capelli

A cura di Viatris

Johnson & Johnson Innovative Medicine rafforza il proprio impegno in Italia con un piano di investimento di 580 milioni di euro nei prossimi cinque anni. Di questi, 125 milioni di euro saranno...

A cura di Giulia Vismara

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top