Login con

Farmacisti

20 Aprile 2023

Nuovi servizi e distribuzione per conto, Farmacieunite: il cuore della farmacia deve restare il farmaco


Le proposte di rinnovo degli accordi sulla Distribuzione per conto (Dpc) previste in alcune regioni fanno discutere. Farmacieunite: sì ai servizi ma il cuore della farmacia deve restare il fármaco


Le proposte di rinnovo degli accordi sulla Distribuzione per conto (Dpc) previste in alcuni nuovi scenari organizzativi in discussione in alcune regioni, creeranno "pesanti ripercussioni economiche alle attività delle farmacie e penalizzeranno l'utenza", mentre "il cuore della farmacia deve restare il farmaco", quindi sì ai servizi, anche tecnologici, ma senza mai "perdere la vocazione della professione". Lo afferma Federico Conte presidente nazionale di Farmacieunite intervenendo nel dibattito sulle proposte avanzate in Emilia-Romagna sulla "Distribuzione per conto" dei farmaci, dove la Regione ha confermato l'impianto di base della propria proposta. Ma anche in altre regioni si discute di implementazione della telemedicina nelle farmacie.

Servizi professionalizzanti non devono sostituire la dispensazione

"Lo scoppio della pandemia e il post-emergenza hanno reso più concreto il ruolo della farmacia dei servizi - sottolinea Conte. - I tamponi in farmacia, le vaccinazioni rimborsate dal SSN, l'aumento della richiesta di telemedicina e la crescente fiducia dei cittadini hanno dato forma e concretezza a quel ruolo, ma non dimentichiamo che la mission della farmacia è e deve sempre rimanere il farmaco, e non possiamo esimerci dal garantire un servizio moderno ed efficiente che presuppone però una sostenibilità economica, ossia adeguati livelli di fatturato, a garanzia di buon servizio".
"Alcuni servizi sono professionalizzanti, danno soddisfazione ai farmacisti e aumentano la reputazione della farmacia accrescendone ancor più il ruolo sociale ed inclusivo, ma attenzione, questi devono affiancare e non sostituire la dispensazione del farmaco. Le nuove attività - come ad oggi concepite - non sono assolutamente remunerative e comportano non poche difficoltà nella gestione della farmacia, richiedendo un notevole impiego del personale sempre più prezioso vista anche la carenza di farmacisti. In buona sostanza, le farmacie non possono sostenersi solo con i servizi e questi non possono e non devono sostituirsi alla migliore gestione del farmaco, impoverendo il servizio e creando disagi all'utenza".

Accordo Dpc in Emilia-Romagna: ingiusto penalizzare le farmacie

Nello specifico del rinnovo dell'accordo DPC e servizi in Emilia-Romagna che prevede, secondo la proposta della Regione, il passaggio in Dpc di farmaci della convenzionata e che sta facendo discutere Conte afferma: "Sono molto preoccupato e contrariato dalla previsione di far transitare in DPC medicinali appartenenti a categorie terapeutiche di uso territoriale e, come contropartita, caricare alla farmacia molti servizi senza una remunerazione dignitosa. È ingiusto intervenire sulla spesa farmaceutica territoriale, non addebitabile alle farmacie che hanno rispettato il tetto di spesa, per risanare la spesa sanitaria complessiva della Regione. Le ripercussioni di una scelta come quella prospettata dalla Regione Emilia-Romagna, che mi auguro possa essere riconsiderata, saranno disastrose non solo per le farmacie ma anche per i Cittadini che, per avere i soliti farmaci, dovranno tornare più volte in farmacia con possibili ripercussioni sull'aderenza terapeutica. Con scelte discutibili come quella che stiamo commentando si rischia concretamente di scardinare un sistema di distribuzione del farmaco universalmente riconosciuto come efficiente".

TAG: FARMACIE, DISTRIBUZIONE PER CONTO, FARMACIEUNITE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/04/2024

Farma Lavoro e Edra presentano un evento per valorizzare il ruolo chiave del farmacista nella società moderna. Appuntamento a Roma il 23 aprile presso l'Auditorium dello Stato maggiore...

A cura di Redazione Farmacista33

16/04/2024

Rinnovate le indicazioni per la contribuzione all’Ente bilaterale prevista dal contratto nazionale delle farmacie private, che è obbligatoria. Anche per quest’anno vengono confermate le...

A cura di Francesca Giani

11/04/2024

Ci sono delle novità emerse dalle ultime riunioni della Commissione nazionale Ecm, che ribadiscono anche le modalità di conteggio dei crediti da spostamento ...

A cura di Francesca Giani

10/04/2024

In alcune università sono previste le prove pratico valutative e le sessioni di laurea per gli studenti di Farmacia e Ctf che abbiano optato per il percorso...

A cura di Francesca Giani

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Aumenta l'idratazione dei capelli del 72% - Aveda

Aumenta l'idratazione dei capelli del 72% - Aveda

A cura di Aveda

Il farmacista che opera in territori interessati da conflitti, catastrofi naturali, emergenze umanitarie o a basse risorse viene a confrontarsi con contesti estremi e complessi e si trova, spesso, ad...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top