Login con

Salute benessere

22 Gennaio 2024

Livelli di omega3 e fibrosi polmonare: in studio possibile terapia

La fibrosi polmonare è una condizione irreversibile che lascia i polmoni incapaci di scambiare correttamente ossigeno e anidride carbonica, uno studio ha indagato sul legame tra l'assunzione di omega-3 e la progressione della malattia


di Paolo Levantino - Farmacista clinico


Livelli di omega3 e fibrosi polmonare: in studio possibile terapia

Uno studio recente, pubblicato sulla rivista Chest, ha gettato nuova luce sul legame tra l'assunzione di omega-3 e la progressione della fibrosi polmonare, aprendo potenzialmente la strada a trattamenti più efficaci e miglioramenti significativi nella gestione di questa malattia polmonare cronica, potenzialmente mortale. La fibrosi polmonare è una condizione irreversibile che lascia i polmoni incapaci di scambiare correttamente ossigeno e anidride carbonica. Ciò può causare mancanza di respiro, debolezza, incapacità di esercitare e una serie di altri sintomi debilitati. I ricercatori hanno esaminato dati anonimi di più di 300 pazienti con malattia polmonare interstiziale raccolti nel registro della Pulmonary Fibrosis Foundation, nonché informazioni fornite volontariamente dai pazienti dell’UVA Health e dell’Università di Chicago.   

Omega3 migliorano la capacità polmonare e la sopravvivenza
 I risultati dell’indagine mostrano che livelli più elevati di acidi grassi omega-3 nel plasma sanguigno erano associati a una migliore capacità di scambiare anidride carbonica e a una sopravvivenza più lunga senza la necessità di un trapianto di polmone.  

 "Livelli più elevati di acidi grassi omega-3 erano predittivi di migliori esiti clinici nella fibrosi polmonare", ha detto Kim, autore dello studio ed esporto di terapia polmonare presso la Uva Health e la School of Medicine dell’Università della Virginia.  

Nuovi studi potrebbero aprire la strada a trattamenti mirati

 È essenziale sottolineare che tali risultati, sebbene promettenti, richiedono ulteriori approfondimenti attraverso studi clinici approfonditi. Tuttavia, l'ipotesi che l'incremento degli omega-3 possa offrire benefici tangibili nella gestione della fibrosi polmonare potrebbe aprire la strada a nuovi trattamenti mirati. Queste scoperte potrebbero essere rilevanti non solo per la fibrosi polmonare ma anche per altre condizioni polmonari croniche.  

 "Abbiamo bisogno di ulteriori ricerche per determinare se esistono specifici acidi grassi omega-3 che possono essere utili e, in tal caso, quali sono i loro meccanismi sottostanti. Gli interventi nutrizionali che aumentano l'assunzione di grassi sani potrebbero rivelarsi una risorsa vitale per migliorare la qualità di vita e la prognosi dei pazienti affetti da fibrosi polmonare e altre malattie polmonari croniche” concludono gli autori.      

Fonte:
https://journal.chestnet.org/article/S0012-3692(23)05645-3/fulltext 

TAG: SALUTE, RICERCA, OMEGA-3, FIBROSI POLMONARE, INTEGRATORI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

16/05/2024

La Commissione europea ha chiesto agli Stati membri di raccogliere negli anni 2025, 2026 e 2027 i dati relativi alla presenza del nichel in alimenti e acqua per definire i nuovi livelli massimi...

A cura di Francesca De vecchi - Tecnologa alimentare

16/05/2024

Si svolge dal 13 al 19 maggio 2024 la Settimana mondiale di sensibilizzazione per la riduzione del consumo alimentare di sale, promossa dalla World Action on Salt, Sugar and Health (WASSH), 

A cura di Redazione Farmacista33

07/05/2024

Un nuovo studio, condotto dai ricercatori della Concordia University e pubblicato sulla rivista Physical Activity and Nutrition ha mostrato che l’integrazione di mirtillo rosso migliora le...

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

02/05/2024

L’arsenico inorganico è considerato un contaminante alimentare da monitorare per stabile un livello massimo accettabile che non causi effetti avversi nella popolazione. Nel 2009 il gruppo di...

A cura di Francesca De vecchi - Tecnologa alimentare

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Giornata Mondiale della Salute Orale

Giornata Mondiale della Salute Orale

A cura di Perfetti

La metabolomica  è una branca scientifica che analizza i metaboliti, piccole molecole risultanti dai processi biochimici del corpo

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top