Login con

FARMACIE

04 Dicembre 2023

Farmacie comunali, Gizzi (Assofarm): in 25 anni riconosciuta l'importanza strategica per l'alto servizio sociale

Il prossimo 15 dicembre terminerà la presidenza di Venanzio Gizzi in Assofarm, che insieme ha contribuito a creare nel 1997. Un punto sugli obiettivi raggiunti e le proposte portate avanti

di Redazione Farmacista33


Farmacie comunali, Gizzi (Assofarm): in 25 anni riconosciuta l'importanza strategica per l'alto servizio sociale

Preservare le farmacie comunali dalle privatizzazioni da parte di importanti multinazionali del settore, sostenere la remunerazione del farmacista, la pharmaceutical care, la presa in carico del paziente e una maggiore integrazione con gli altri servizi sanitari territoriali sono tra gli obiettivi raggiunti e le proposte portate avanti da Assofarm nei 25 anni di presidenza di Venanzio Gizzi giunto al termine del suo incarico che lascerà il 15 dicembre in occasione della 41° Assemblea Generale.  

Gli obiettivi raggiunti: stop a privatizzazioni, riconosciuta importanza strategica
Nel suo ultimo editoriale sul Notiziario dell’associazione Gizzi ricorda le tappe del sindacato nato dalla fusione di Fianclaff e Publifarm due distinte associazioni di farmacie comunali per “costituire un soggetto politico seri, recuperare la fiducia delle farmacie comunali, farsi riconoscere da politica ed istituzioni, ed essere, conseguentemente, ammessi ai tavoli istituzionali della filiera”.
Gizzi fa il punto sui risultati politici raggiunti sotto la sua presidenza: “Nel corso degli anni le Farmacie Comunali hanno via via compreso come la nostra Federazione stesse riuscendo nel difficile intento di evitare che le nostre aziende rientrassero nei piani di privatizzazioni in atto in quegli anni. Sto parlando di anni in cui c'era già stata la privatizzazione di importanti aziende quali, tra le altre, quelle di Bologna e Milano, realizzate da Sindaci di differenti colori politici, cedute ad importanti multinazionali del settore. Anni in cui il tema era veramente all'ordine del giorno e oggi è un lontano ricordo. Pur rimanendo la possibilità per i sindaci di cedere la gestione delle proprie farmacie, appare evidente che la quasi totalità di essi ha compreso l'importanza strategica di possedere le Farmacie Comunali per l'alto servizio sociale che esse svolgono”.  

Le proposte portate avanti: remunerazione, pharmaceutical care, presa in carico
Gizzi ricorda poi che “la Nuova Remunerazione del Farmacista, la pharmaceutical care e la presa in carico del paziente, una maggiore integrazione con gli altri servizi sanitari territoriali, sono tutte proposte che hanno Assofarm come marchio di fabbrica”.
“Oggi – prosegue Gizzi - la Nuova Remunerazione del Farmacista sembra essere avviata ma certamente non realizzata. In diversi contesti territoriali assistiamo ad esperienze sperimentali della Farmacia dei Servizi. L'integrazione tra Farmacia e future Case della Salute è una questione ancora da definire sotto molti aspetti. In sostanza, la maggior parte delle grandi battaglie avviate da Assofarm durante la mia presidenza, oggi non sono ancora state vinte. Ma siamo riusciti ad avviarle e possiamo impegnarci in esse con spirito realisticamente ottimista. Uno stato d'animo che fino a pochi anni fa sarebbe stato impensabile.
“Tutto ciò è stato possibile perché tutta la sanità italiana dopo la Pandemia non è più stata la stessa, ma è altrettanto vero che noi siamo arrivati a questo appuntamento forti di una reputazione politica adeguata ad affrontare da protagonisti tutti i tavoli negoziali nazionali e regionali”.
Assofarm ha “lavorato per ampliare la propria base associativa, creando un circolo virtuoso tra servizi che spingono le farmacie ad associarsi alla Federazione, e una crescente rappresentatività che porta la Federazione stessa ad avere maggiore peso specifico nei negoziati istituzionali. Oggi Assofarm è un'organizzazione fortemente patrimonializzata, con uno dei bilanci più in salute tra le associazioni di rappresentanza politico-istituzionale. È un soggetto politico solido, ben strutturato nelle sue dinamiche interne e ottimamente posizionato nel dibattito nazionale”.  

TAG: ASSOFARM, FARMACIE COMUNALI, REMUNERAZIONE, FARMACIE, GIZZ

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

23/02/2024

Ora in libreria “Marketing Farmaceutico Strategico” (Dario Flaccovio Editore),  il nuovo testo di Michela Pallonari, consulente di marketing strategico e business coach in diverse farmacie...

A cura di Redazione Farmacista33

23/02/2024

Il farmacista ha cambiato profilo anche in ospedale dove passa dalla gestione di medicinali e dispositivi medici, all’intervento sull’appropriatezza, alla ...

A cura di Mauro Miserendino

23/02/2024

Da luglio a dicembre dello scorso anno, la Farmacia dei Servizi in Calabria ha erogato numeri importanti di prestazioni sanitari. Si prosegue per tutto il 2024

22/02/2024

Sull’applicazione del Codice relativo ai medicinali veterinari arrivano nuove indicazioni operative: sono molte le questioni su cui ci sono dubbi e man mano...

A cura di Francesca Giani

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Mai più senza?

Mai più senza?

A cura di Helan

Federated Innovation @MIND, modello collaborativo pubblico-privato, ha nominato Fabrizio Grillo, direttore dell’ufficio Public Affairs & International...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top