Login con

covid

15 Gennaio 2024

Covid, Oms: è ancora una minaccia. Tamponi, mascherine e precauzioni sono necessari

Dall’inizio della pandemia a fine 2023 il covid ha provocato 7 milioni di decessi, ma è un bilancio sottostimato e ci sono ancora 10mila morti al mese. Il punto dall’Oms


Covid, Oms: è ancora una minaccia. Tamponi, mascherine e precauzioni sono necessari

Dall’inizio della pandemia a oggi (fine 2023) il covid ha provocato 7 milioni di decessi, ma è un bilancio sottostimato e preoccupa ciò che si vedrà tra 5, 10 o 20 anni, in termini di danni cardiaci, polmonari o neurologici, il virus continua a cambiare e ci sono ancora 10mila morti al mese. L’invito è fare test, usare la mascherina, ventilare gli ambienti, fare vaccini e richiami. A fare il punto in conferenza stampa è Maria Van Kerkhove, direttore Epidemic & Pandemic Preparedness and Prevention dell'Organizzazione mondiale della sanità.    

“La nostra preoccupazione è cosa vedremo tra 5, 10 o 20 anni in termini di danni cardiaci, polmonari o neurologici. Ancora non lo sappiamo: anche se siamo entrati nel quinto anno di pandemia c'è ancora molto che non conosciamo di questo virus" ha sottolineato. "Il Covid resta una minaccia per la salute globale e sta causando troppi oneri, ma possiamo ancora prevenirlo”. Il virus Sars-CoV- 2 ha ribadito "sta ancora circolando e continua a evolversi. Dopo due anni di varianti Omicron, abbiamo un virus che continuerà ancora a cambiare mentre lo lasciamo circolare rapidamente. Il numero di decessi si è ridotto drasticamente dal picco di un paio di anni fa, ma abbiamo ancora circa 10mila morti al mese e questi - ha precisato Van Kerkhove - sono solo i dati che arrivano da 50 Paesi”.  

L'esperta nei giorni scorsi ha condiviso sui social i dati Oms aggiornarti: “Purtroppo alla fine del 2023 abbiamo superato i 7 milioni di decessi per Covid segnalati all'Oms, ma il vero bilancio delle vittime è più alto, con stime di oltre 3 volte più morti a livello globale”. Il consiglio ai cittadini è di "limitare l'esposizione al virus il più possibile, fare test, usare la mascherina e fare vaccini e richiami". E in caso di infezione o reinfezione, “limitare i contatti, indossare la mascherina, ventilare gli ambienti e chiedere assistenza medica". E infine l'appello ai Governi: “Mantenere la sorveglianza, il sequenziamento e la segnalazione, garantire l'accesso a dispositivi di protezione individuale, test, farmaci e vaccini affidabili”.

TAG: ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITà, COVID-19, VACCINO ANTI-COVID-19, COVID-19 VARIANTE OMICRON, TEST COVID-19

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

05/04/2024

L'Italia investe nella formazione universitaria l'1,5% della spesa pubblica, contro il 2,3% della media Ue: si posiziona sotto Germania, Francia e Spagna. I...

A cura di Francesca Giani

05/04/2024

Uno studio recente, presentato durante la 14° Conferenza Europea sul Cancro al Seno,  evidenzia l’importanza di includere l’esercizio fisico come parte integrante della cura ...

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

05/04/2024

Il nuovo Codice della strada ha ricevuto il primo via libera ed è arrivato alcuni giorni fa alla Camera: prevede una revisione del concetto di “condotta...

A cura di Redazione Farmacista33

04/04/2024

Le terapie digitali rappresentano un’opportunità per l’assistenza domiciliare del paziente cronico e sono un approccio particolarmente innovativo in cui gli “algoritmi” possono diventare...

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Trattamento rinforzante dall'azione detox

Trattamento rinforzante dall'azione detox

A cura di Dermovitamina

L'Enpaf stanzia 255 mila euro per l’anno 2024 , destinati al finanziamento di 141 borse di studio per figli dei farmacisti. Domande da presentare entro il 15 maggio

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top