Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Anche la I Commissione boccia l’emendamento


Secondo no dei senatori alla formulazione dell’articolo 2 del DDL Bersani che prevede la possibilità di vendita dell’etico di fascia C fuori dalle farmacie

La I Commissione Affari Costituzionali del Senato ha espresso un parere negativo l''articolo 2 del disegno di legge “Misure per il cittadino consumatore e per agevolare le attività produttive e commerciali, nonch� interventi in settori di rilevanza nazionale” (Atto Senato 1644). In questo modo si è allineata al parere espresso dalla XII Commissione Igiene e sanità che aveva chiesto la soppressione della norma, originata dall’emendamento D’Elia, che dava la possibilità a supermercati e parafarmacie di vendere farmaci con obbligo di ricetta medica non a carico del SSN.
Proprio in attesa del parere della I, la X Commissione Industria del Senato aveva rinviato al 2 ottobre l''avvio dell''esame degli emendamenti al provvedimento. è probabile, a questo punto, che il testo possa passare all''esame dell''Aula del Senato, una volta concluso l''esame in Commissione, solo dopo che tale ramo del Parlamento avrà licenziato il DDL finanziaria 2008, quindi, non prima della metà del prossimo mese di novembre.
Il parere della I Commissione, approvato dopo due sedute dedicate al tema, recita “che la Commissione igiene e sanità ha espresso un parere nel quale si suggerisce di sopprimere l''articolo, e che l''invito è stato raccolto dal relatore nella Commissione di merito (cioè, la X Commissione) con la presentazione di un emendamento a tal fine diretto; si richiama l''attenzione sulla complessità e delicatezza del tema, che tocca un bene di primario rilievo costituzionale, come la salute; si ritiene che l''orientamento nel senso della soppressione opportunamente colloca in una sede diversa e futura l''approfondimento dei problemi che si sono evidenziati e gli eventuali dubbi di costituzionalità”.
La I Commissione Affari costituzionali, quindi, auspica la soppressione dell''articolo 2 e il rinvio della discussione sui temi sollevati da tale disposizione in una sede diversa e futura, nella quale si possano adeguatamente approfondire gli aspetti critici, compresi gli eventuali profili di incostituzionalità”.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Il solito biscotto? No grazie - Natruly

Il solito biscotto? No grazie - Natruly

A cura di Natruly

L’anemia da carenza di ferro può colpire anche bambini e adolescenti. È importante saperla riconoscere e cosa fare per trattarla

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top