Login con

Politica e Sanità

03 Luglio 2017

Puglia, nuovo accordo aumenta volumi Dpc. Risparmi per Regione e apertura ai servizi


Cinque milioni e 700mila euro all'anno. È questa la stima di risparmio che secondo la regione Puglia dovrebbe derivare dalla rinegoziazione dell'accordo sulla Dpc in Puglia. L'accordo, sottoscritto a metà giugno tra la Regione Puglia, Federfarma e Assofarm regionali, per la distribuzione di farmaci PHT (circa 500 specialità) ha ricevuto a fine giugno l'ok della giunta e tra i punti salienti, come spiega Vito Novielli, presidente di Federfarma Puglia, vede, «pur a fronte di una riduzione della remunerazione, un incremento dei volumi della Dpc, a scapito della distribuzione diretta, e un'apertura ai servizi, che riceveranno un compenso e daranno il là per accrescere ancora di più il ruolo della farmacia sul territorio. Per quanto riguarda il compenso c'è un passaggio da 6,10 a 5,10 euro più iva al pezzo per le farmacie e per la distribuzione intermedia la quota cala da 2,25 a 1,25 euro», con una riduzione complessiva di 2 euro, pari al 24%.

«Per i rurali il riconoscimento passa da 7,10 a 6,10 euro al pezzo. Ma sul fronte dei volumi della Dpc si registra una continua crescita, che già era stata avvertita nel 2016 con un totale di 2,3 milioni di pezzi: con il nuovo accordo si arriverebbe a circa 2,5 milioni di pezzi, per altro con referenze che prima non erano in farmacia» tra le quali eparine, antibiotici di ultima generazione e diversi oncologici. «Questo dovrebbe portare oltre a un rafforzamento del ruolo sanitario della farmacia per i cittadini anche a un maggior flusso di persone nel presidio». Ma un aspetto importante dell'accordo è che «getta le basi per un'attività funzionale all'assistenza sanitaria e integrata nel Ssn. Dal primo ottobre e per la durata dell'accordo (2017-2020), partiremo con screening oncologici - inizialmente del colon retto -. Questo primo step prevede una popolazione di riferimento di circa un milione e 200 mila cittadini ma l'obiettivo è di allargare la piattaforma di servizi ai cittadini. Si tratta di attività che avranno comunque un compenso proprio anche interessante». In contemporanea, è stato firmato per Federfarma Bari un accordo con il Policlinico che dal primo luglio consentirà alle 353 farmacie dell'area metropolitana di Bari di effettuare servizio Cup e riscossione ticket per conto degli ospedali della zona».

Francesca Giani

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Per il tono dell’umore in giovani e adulti - SameFast UP

Per il tono dell’umore in giovani e adulti - SameFast UP


In Svizzera, in Canton Ticino, si stanno riducendo le farmacie indipendenti a favore di catene e grandi gruppi, con una trasformazione del mercato per farmacisti...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top