Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Fazio: tutelare i farmacisti onesti


''''Perseguire i colpevoli e salvaguardare la reputazione di tutti i professionisti, medici e farmacisti, impegnati quotidianamente per salvaguardare la salute dei cittadini'''' così si è espresso il sottosegretario alla salute Fazio dopo aver sentito il presidente delle Federazione degli ordini dei farmacisti, Giacomo Leopardi e di quella dei medici, Amedeo Bianco in merito agli arresti eseguiti ieri mattina all''alba dal personale dei Gruppi carabinieri per la tutela della salute di Roma e Napoli, in varie province dell''Italia centro-meridionale e insulare. Una convocazione, quella della FOFI, che conferma lo spirito di collaborazione con i vertici delle professioni sanitarie che il Sottosegretario Fazio ha dimostrato fin dall’inizio, che rafforza il ruolo degli Ordini di strumento a tutela del pubblico. I militari, coadiuvati in fase esecutiva dai competenti comandi della linea territoriale, hanno dunque eseguito 43 ordinanze di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari, nonch� 12 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria, emessi dal gip della capitale su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia. I provvedimenti sono stati adottati dal Nas di Roma nei confronti di imprenditori farmaceutici e informatori scientifici ritenuti responsabili di avere costituito un''associazione per delinquere finalizzata a truffare il Servizio sanitario nazionale attraverso la corruzione di medici di base e farmacisti, allo scopo di ottenere, in cambio di denaro e prestazioni sessuali, prescrizioni false o strumentali di talune specialità medicinali che venivano poi spedite in farmacie compiacenti per trarre conseguente profitto dai relativi incrementi di vendite. Nel corso dell''operazione sono state altresì eseguite 168 perquisizioni locali e personali a carico dei soggetti colpiti dalle misure restrittive, sui quali pendono anche 14 richieste di interdizione dall''esercizio professionale. Secondo i carabinieri del Nas, era stato anche realizzato un vasto traffico illecito di medicinali ad azione stupefacente e anabolizzante gestito da medici di famiglia attraverso la compilazione di ricette false intestate a ignari assistiti, allo scopo di procurarsi gratuitamente i farmaci a spese del Ssn e rivenderli successivamente in nero.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Mantenere l’intestino attivo in caso di cambio di dieta

Mantenere l’intestino attivo in caso di cambio di dieta


Sono stati introdotti alcuni aggiornamenti sui criteri per inserire informazioni essenziali in etichetta di confezioni di farmaci veterinari di piccole dimensioni e sul termine di validità della...

A cura di Francesca Giani

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top