Login con

Politica e Sanità

27 Febbraio 2019

Distribuzione diretta, Gemmato (Commissione Sanità) denuncia i disagi per i pazienti


Orari limitati e spazi inadeguati con "assoluta carenza di comfort minimi e in assenza totale di privacy", sono le condizioni denunciate da pazienti che hanno segnalato con documentazione fotografica, le circostanze con cui viene espletata la distribuzione diretta di farmaci presso la farmacia ospedaliera in centri in provincia di Bari. A portare in evidenza le segnalazioni è Marcello Gemmato che sul proprio profilo facebook scrive "qualità di segretario della XII Commissione Sanità Affari Sociali alla Camera dei Deputati" e dichiara: «Fatta salva l'assoluta preparazione e disponibilità dei farmacisti e del personale tutto del presidio si lamenta l'inadeguatezza dei luoghi, non consoni ad accogliere pazienti affetti da patologie gravi (trapiantati, diabetici, immunodepressi). I pazienti sono costretti a stazionare all'aperto con automezzi che transitano, soggetti ad intemperie, se non al riparo di una piccola pensilina, con assoluta carenza di confort minimi e in assenza totale di privacy. A tutto questo va aggiunto che l'erogazione dei farmaci avviene per otto ore e mezzo alla settimana, il martedì dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30 ed il giovedì dalle 9.00 alle 12.30». Secondo Gemmato, «questa ristrettezza oraria comporta il determinarsi di code interminabili, che costringono i pazienti affetti, come detto, da patologie importanti a levatacce per poter ritirare un bigliettino in forza del quale ritirare dopo ore i medicinali, con la speranza che lo stesso ci sia, onde evirare di ripercorrere lo stesso iter».
E conclude: «Tutto questo pone i pazienti nella condizione di dover raggiungere ad orari proibitivi e con mezzi propri il presidio ruvese, con notevoli costi sociali ed economici. Chiederò incontro con i vertici dell'azienda ospedaliera per avere ragguagli, e soprattutto capire se si tratta di un caso isolato, o se la distribuzione diretta dei farmaci da parte delle ASL provochi in altri parti della Puglia e dell'Italia i medesimi disagi».

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Una menopausa più serena con Umoresano

Una menopausa più serena con Umoresano

A cura di Metagenics

Oggi a Roma si svolge l'evento organizzato dalla Federazione Ordini Farmacisti Italiani insieme con la Fondazione Cannavò, in collaborazione con Federfarma Nazionale. Obiettivo dell'Osservatorio...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top