Login con

Farmaci e dintorni

29 Luglio 2014

Farmaci del doppio blocco Ras, Ema ne sconsiglia uso


L'uso combinato di farmaci che agiscono sul sistema renina-angiotensina (Ras), noto come doppio blocco del Ras, nel trattamento dell'ipertensione e dell'insufficienza cardiaca congestizia, aumenta il rischio di effetti indesiderati e non comporta un significativo beneficio se non in un gruppo selezionato di pazienti e per questo se ne raccomandano alcune limitazioni. Sono questi i risultati della rivalutazione dei rischi, completata dall'Ema e comunicata agli operatori sanitari dall'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), focalizzata su tre classi di medicinali: bloccanti dei recettori dell'angiotensina (Arb), inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (Ace-inibitori), inibitori diretti della renina (di cui aliskiren è l'unico medicinale attualmente autorizzato). Le raccomandazioni riguardano anche l'uso autorizzato dei medicinali a base di candesartan o valsartan come terapia aggiuntiva a un Ace-inibitore. In particolare, l'Ema segnala che, rispetto all'uso degli stessi farmaci in monoterapia, con il doppio blocco del Ras aumenta il rischio di andare incontro a iperkaliemia, abbassamento della pressione sanguigna e peggioramento della funzione renale e quindi non ne raccomanda l'uso e soprattutto non nei pazienti con nefropatia diabetica. Inoltre, nei casi in cui è assolutamente necessaria deve esserci la supervisione di uno specialista con uno stretto e frequente monitoraggio della funzione renale, degli elettroliti e della pressione sanguigna. L'uso concomitante di Ace-inibitori o Arbs con medicinali contenenti aliskiren è controindicato in pazienti con diabete mellito o con insufficienza renale. Valsartan e candesartan restano autorizzati per il trattamento dell'insufficienza cardiaca in combinazione con Ace-inibitori in pazienti che non possono usare altri trattamenti. Ai pazienti attualmente in trattamento con la terapia del doppio blocco Ras si raccomanda di discutere il trattamento con il proprio medico al prossimo appuntamento in programma. La revisione, spiega l'Aifa, «è stato avviato in seguito alla pubblicazione di una recente meta analisi di 33 studi clinici che coinvolgono più di 68,000 pazienti», dalla quale è emerso che a fronte dei rischi indicati, «l'utilizzo di più medicinali che agiscono sul RAS non è più vantaggioso rispetto a un singolo medicinale agente sul RAS, in termini di riduzione della mortalità complessiva».

Simona Zazzetta

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Portare l’igiene orale fuori casa

Portare l’igiene orale fuori casa

A cura di Curaprox

Il 1° marzo entra in vigore il nuovo modello di remunerazione delle farmacie che prevede un nuovo calcolo delle spettanze ma è anche uno “strumento per ...

A cura di Simona Zazzetta

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top