Login con

Farmaci e dintorni

16 Settembre 2015

Dall’Fda e dall’Europa novità su approvazioni, riclassificazioni e raccomandazioni d’uso


Le novità di questa settimana arrivano in due casi dall'Italia e in uno dagli Stati Uniti. Per quanto riguarda il nostro Paese l'Aifa (Agenzia italiana del farmaco) ha inserito nelle liste di rimborsabilità l'esbriet, un farmaco che viene utilizzato per il trattamento, negli adulti, della fibrosi polmonare idiopatica da lieve a moderata. «Nelle more della piena attuazione del registro di monitoraggio web-based», si legge sul sito dell'Agenzia, «le prescrizioni relative unicamente alle indicazioni rimborsate dal Servizio sanitario nazionale, dovranno essere effettuate in accordo ai criteri di eleggibilità e appropriatezza prescrittiva».

Sempre dall'Aifa arrivano nuove raccomandazioni per l'utilizzo di mirabegron in alcune categorie di soggetti. Il farmaco è infatti ora controindicato «nei pazienti affetti da ipertensione grave non controllata, intesa come Pressione Arteriosa Sistolica maggiore o uguale 180 mmHg e/o Pressione Arteriosa Diastolica maggiore o uguale a 110 mmHg. È, quindi, necessario misurare la pressione arteriosa prima di intraprendere il trattamento e monitorarla regolarmente durante lo stesso, specialmente nei pazienti affetti da ipertensione». La segnalazione deriva dalla revisione dell'Ema (Agenzia europea del farmaco) dei dati cumulativi sui pazienti trattati che hanno mostrato un aumento della pressione arteriosa, in alcuni casi anche in misura severa.

L'Americana Fda, infine, ha approvato per la somministrazione nella routine clinica lo Xuriden (uridina triacetato), prima molecola in grado di trattare la malattia rara nota come aciduria orotico ereditaria. Si parla di una malattia a incidenza estremamente bassa, essendo stata identificata in circa 20 pazienti al mondo. Il profilo di sicurezza del nuovo farmaco, secondo quanto riportato dall'Aifa, è stato descritto grazie ai dati raccolti durante una sperimentazione clinica in aperto a braccio singolo della durata di sei settimane su quattro pazienti affetti dalla malattia e di età compresa tra i 3 e i 19 anni.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

La nuova scienza della luminosità

La nuova scienza della luminosità

A cura di Pierre Fabre

Nella terza settimana di maggio, dal 13 al 19, le vendite nel canale farmacia non replicano il balzo della settimana precedente, pur mantenendo un andamento positivo: i dati di New Line Ricerche di...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top