Login con

Diritto Sanitario

31 Agosto 2015

Informatori scientifici, disciplina delle controversie e giudice competente


L'impresa, in sintesi, aveva dedotto la genericità e l'inconsistenza degli elementi indicati dal dipendente al fine di configurare presso la propria abitazione una sia pur elementare articolazione dell'impresa, secondo la nozione estensiva ricavabile dalla giurisprudenza in materia. La disciplina processuale individua il giudice territorialmente competente per le controversie di lavoro indicando tre fori speciali alternativi: il luogo in cui è sorto il rapporto, quello in cui si trova l'azienda, quello in cui si trova la dipendenza aziendale alla quale era addetto il lavoratore al momento della fine del rapporto. In concreto, il rapporto di lavoro era sorto presso l'unica sede dell'impresa collocata in altro luogo, mentre era rimasta indimostrata la sussistenza di una dipendenza aziendale presso l'abitazione del dipendente ovvero in altro luogo comunque rientrante nel territorio afferente al giudice dinanzi al quale il lavoratore aveva proposto il ricorso.

L'espressione «dipendenza aziendale alla quale è addetto il lavoratore» deve essere interpretata in senso estensivo, in armonia con la logica diretta a favorire il radicamento del foro speciale del lavoro nel luogo della prestazione lavorativa, alla condizione però che l'imprenditore disponga in quel contesto spaziale almeno di un nucleo, seppur modesto, di beni organizzati per l'esercizio dell'impresa, cioè destinato al soddisfacimento delle finalità imprenditoriali; è sufficiente che in tale nucleo operi anche un solo dipendente e non è necessario che i relativi locali e le relative attrezzature siano di proprietà aziendale, ben potendo essere di proprietà del lavoratore stesso o di terzi. Pertanto, costituisce dipendenza aziendale anche l'abitazione del dipendente che si configuri come una elementare terminazione dell'impresa costituita da un minimo di beni aziendali necessari per l'espletamento della prestazione lavorativa. In questa ottica è stato in particolare ritenuto che lo svolgimento dell'attività di informatore scientifico farmaceutico con l'utilizzazione di un computer con rete ADSL collegata con la società datrice di lavoro, di un cellulare ed un'auto aziendale, nonché l'esistenza di un deposito di prodotti farmaceutici in un locale annesso opportunamente attrezzato, consentono di qualificare i locali dell'abitazione come dipendenza. La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso escludendo la competenza territoriale del tribunale adito dal lavoratore.

avv. Rodolfo Pacifico - www.dirittosanitario.net

Per approfondire Cassazione Civile del 01.07.2015, su www.dirittosanitario.net al seguente link di area: http://www.dirittosanitario.net/competenze.php?areaid=47

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Detersione naso e occhi per bambini e adulti

Detersione naso e occhi per bambini e adulti


Le proprietà medicinali delle piante del genere Cassia appartenenti alla famiglia delle Fabaceae sono state tradizionalmente utilizzate per trattare patologie ...

A cura di Fabio Milardo - erborista

 
chiudi

©2023 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top