Login con

Nutrizione

16 Novembre 2011

Le intolleranze alimentari


Non tutte le persone possono godere al cento per cento dei piaceri della tavola. C’è una modesta percentuale di soggetti, il 2% circa, per la quale l’ingestione di un determinato cibo è causa di reazioni negative da parte dell’organismo. Le cause che portano a queste reazioni sono le allergie e/o le intolleranze alimentari. In pratica, l’organismo si difende dalla sostanza che non gradisce attivando il sistema immunitario (allergie) o il metabolismo (intolleranze). Senza entrare nel complesso mondo delle allergie alimentari, ci soffermiamo sulle principali intolleranze. Le due sostanze che solitamente innescano il maggior numero di intolleranze sono il lattosio e il glutine. Il lattosio è lo zucchero contenuto nel latte. Quando l’enzima lattasi, deputato alla scomposizione del lattosio in zuccheri più semplici (glucosio e galattosio), non funziona a dovere, il lattosio non viene digerito a livello intestinale e, di conseguenza, compaiono alcuni tipici disturbi gastrointestinali (flatulenza, diarrea, ecc.). Prodotti a base di latte fermentato, come lo yogurt, o formaggi stagionati sono invece solitamente ben tollerati dai soggetti intolleranti al lattosio. Il glutine è una proteina presente in alcuni cereali. L’intolleranza a questa sostanza è responsabile della celiachia, una disfunzione permanente che in Italia colpisce quasi mezzo milione di persone. Se un soggetto celiaco si nutre di alimenti contenenti glutine, andrà incontro a una sintomatologia seria, destinata ad aggravarsi se la celiachia non viene diagnosticata precocemente. Nel caso una persona riscontri reazioni avverse dopo aver ingerito alimenti a base di lattosio e/o glutine, dovrà urgentemente sottoporsi a test diagnostici per accertare o escludere l’intolleranza. La dieta quotidiana sarà poi impostata in base al responso medico: nei soggetti con intolleranza alimentare acclarata, i cibi responsabili di tale situazione andranno aboliti.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Crema calmante magnesio

Crema calmante magnesio

A cura di Resultime

Ecco chi sono i componenti del tavolo di lavoro per l’internazionalizzazione delle industrie nel settore delle biotecnologie in Italia istituito dal ministro...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top