Login con

Nutrizione

16 Febbraio 2017

Amido resistente: una fibra alimentare con ruolo funzionale


L'amido costituisce la riserva energetica delle piante fotosintetiche, che lo immagazzinano nei semi, nei tuberi e nelle radici. Si presenta sotto forma di granuli di varie dimensioni e forma, a seconda della specie vegetale; è un polimero di molecole di glucosio, organizzate in una parte lineare (amilosio) e un una ramificata (amilopectina). In condizioni normali viene idrolizzato dalle amilasi salivari e pancreatiche. Tuttavia, in funzione della velocità di digestione, si distinguono tre classi diverse di amido: RDS (rapidly digestible starch), SDS (slowly digestible starch) e RS (resistant starch): le prime due sono completamente digerite, la terza no. L'amido RDS, come dice il nome, viene rapidamente digerito ed è presente in gran quantità nella maggior parte dei cereali cotti in ambiente umido (pane e patate). L'amido SDS viene invece digerito più lentamente del precedente, in funzione della particolare struttura dei suoi granuli: da un punto di vista dell'estensione dell'idrolisi però, si può dire che siano entrambi completamente digeriti dagli enzimi dell'organismo. L'amido RS al contrario, che viene comunemente chiamato amido resistente (RS) è la forma che ha generato molto interesse, sin dagli anni '80 quando cominciarono a studiarlo, per le potenziali proprietà benefiche sulla salute.

L'amido resistente è di fatto una frazione di amido alimentare che sfugge all'idrolisi degli enzimi salivari e pancreatici e che, giunto nella parte prossimale del colon, viene fermentato dalla microflora batterica presente, comportandosi di fatto come una fibra alimentare. Particolarmente importanti sono i prodotti che si originano: acidi grassi a corta catena come acido propionico, acetico e butirrico; quest'ultimo in particolare, prodotto dalla fermentazione di amido resistente dei cereali, è una fonte di energia per il metabolismo delle cellule epiteliali del colon. Gli effetti funzionali ipotizzati del RS riguardano le sue capacità prebiotiche a favore dei Bifidobatteri del colon; avrebbe un ruolo ipoglicemico e ipocolesterolemico e favorirebbe l'assorbimento di alcuni minerali, come calcio e ferro. Amido resistente si trova naturalmente in alcuni alimenti o si può formare come conseguenza di alcuni trattamenti: per esempio in semi e cereali parzialmente macinati (o poco masticati) e cotti; si trova naturalmente amido resistente nelle patate crude e nelle banane verdi (ma in seguito a riscaldamento e quindi gelatinizzazione può essere digerito, perdendo la sua "resistenza" agli enzimi); patate, pane e prodotti cotti e poi raffreddati contengono una quota di amido resistente che deriva dalla retrogradazione dell'amido stesso, ovvero la trasformazione che compie l'amido quando, in seguito a raffreddamento, recupera la forma cristallina che aveva prima della cottura e che si è dissolta col calore. L'amido resistente, oltre che per i suoi effetti funzionali trova impiego anche nell'ambito della produzione a livello industriale: sfruttando le sue proprietà chimico-fisico è possibile migliorare la struttura e la consistenza di alcuni prodotti alimentari, conferendo per esempio maggior stabilità e croccantezza.

Francesca De Vecchi
Esperta in scienze e tecnologie alimentari

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Specifica per le piccole aree delicate - Lafarmacia.

Specifica per le piccole aree delicate - Lafarmacia.

A cura di Lafarmacia.

Il Consiglio di amministrazione del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) ha nominato Pamela Rendi-Wagner alla direzione per...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top