Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Mal di stomaco con cui convivere


Sono oltre 37 milioni gli italiani che almeno una volta alla settimana soffrono di piccoli disturbi gastrici dopo aver mangiato, perdendo, in tutto o in parte, la capacità di svolgere le proprie attività lavorative e sociali per circa 41 giorni all''anno. Il dato emerge da un''indagine di Astra Ricerche, condotta su un campione di persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni. Le categorie più colpite le donne, i giovani tra 18 e 34 anni e gli adulti tra 45 e 54, i laureati, gli imprenditori, i dirigenti, i professionisti e tutti coloro che hanno in famiglia bambini e ragazzini di età inferiore ai 15 anni. Rispetto a una precedente indagine Astra del 1998, emerge una maggiore diffusione: l''incremento in 13 anni è stato del 19%; ma se ci si limita a coloro che segnalano di soffrire di uno o più problemi con frequenza almeno settimanale, l''aumento è stato addirittura del 27%. Le cause di questo fenomeno, emerge ancora dalla ricerca, si possono ricondurre a fattori negativi che contraddistinguono la nostra epoca: il crescente stress esistenziale, il peggioramento degli stili alimentari, soprattutto per il tempo sempre minore dedicato ai pasti, il peggioramento dell''umore generale. Il 50% degli intervistati dichiara di ricorrere al bisogno a prodotti che favoriscono la digestione: il 28% del campione, quasi 11 milioni di italiani, sceglie i prodotti digestivi granulari effervescenti acquistabili nei supermercati. Segue poi come rimedio più diffuso il bicarbonato di sodio, scelto dal 24% degli italiani. Il 49%, invece, afferma di risolvere le sensazioni di malessere e disagio con alcune limitazioni alimentari: in primis il mangiare poco e leggero, quindi la rinuncia agli alcolici, la riduzione del consumo di vino, la limitazione di caffè e cioccolata. Seguono, in minoranza, altri rimedi quali i prodotti erboristici, le bevande gassate, la liquirizia, i digestivi alcolici a fine pasto e il movimento fisico.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Prevenzione per il benessere delle donne - Colpofix

Prevenzione per il benessere delle donne - Colpofix

A cura di Uriach

La Food and Drug Administration statunitense ha approvato l’antibiotico iniettabile ceftobiprolo medocaril (Zevtera) per il trattamento di pazienti adulti con...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top