Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Fazio: accordo Poste-Farmindustria condivisibile ma vigileremo


Il dicastero della Salute vigilerà sull’attuazione dell’accordo tra Poste e Farmindustria allo scopo di scongiurare «profili di rischio» nelle modalità di consegna e nella tutela della privacy. Questa, in sintesi, la risposta con cui il ministro Fazio ha replicato all’interrogazione presentata l’altro ieri alla Camera da Chiara Moroni (Fli) per conoscere la posizione del dicastero sull’intesa firmata la settimana scorsa. «In linea di principio» ha detto Fazio in aula «l’iniziativa è da condividere per l’utilità del servizio offerto, con particolare riferimento alle persone che sono in condizioni disagiate per infermità permanente o età avanzata, e va vista anche con riguardo a una ricerca realizzata lo scorso anno da Federfarma e Assofarm su incarico e in collaborazione con il ministero della Salute, dalla quale emergono il valore e l’importanza della consegna a domicilio dei farmaci». Inoltre, ha ricordato Fazio, « Poste italiane metterebbe a disposizione una rete di personale dedicato e appositamente addestrato».
Questo tuttavia non significa che il Ministero rinuncerà alle proprie funzioni di controllo. «Ogni considerazione e valutazione sull’utilità del progetto» ha continuato Fazio «non può prescindere né pregiudicare ogni necessario e idoneo controllo circa la sicurezza della consegna dei medicinali a domicilio. In questo senso chiederò che siano fornite tutte le necessarie assicurazioni da parte degli operatori del servizio postale e porremo in essere la necessaria vigilanza del Ministero». Quanto poi ai costi del servizio, Fazio esclude oneri a carico del Ssn, in quanto « l’accordo è un atto contrattuale tra Farmindustria e Poste italiane e quindi non avrà impatti sul Servizio sanitario nazionale. Su questo punto mi riservo comunque di avviare ogni utile valutazione, appena sarà diventato concretamente operativo». Sullo stesso argomento è stata presentata ieri un’altra interrogazione firmata da Domenico Scilipoti (gruppo di Iniziativa responsabile).

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Il tuo alleato per il benessere della gola

Il tuo alleato per il benessere della gola


Dagli scarti della lavorazione degli agrumi è possibile elaborare prodotti funzionali di notevole interesse per la salute umana

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top