Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Farmindustria teme un effetto inchiesta


"Il rischio di un rallentamento e di una stasi delle pratiche all''AIFA c''è, ed è un rischio che va a tutti i costi evitato". Lo afferma il presidente di Farmindustria, Sergio Domp�, riguardo all''inchiesta sui presunti episodi di corruzione all''interno dell''Agenzia. "E'' troppo presto per parlare già di dossier ritardati, ma temiamo che possa succedere. Il rischio è reale", ha dichiarato Domp� a margine della presentazione del rapporto ''Biotecnologie in Italia 2008'' di Blossom Associati-Assobiotech ieri a Milano. "Farmindustria - spiega il presidente - è assolutamente favorevole a un incremento dei controlli e a un aumento delle garanzie a tutti i livelli, magistratura compresa. Ed è il motivo - precisa Dompè - per cui seguiamo le evidenze delle indagini con assoluta positività. Pensiamo infatti che sia utile e importante lo sforzo che la magistratura sta facendo. Al tempo stesso, però - puntualizza il presidente di Farmindustria - eventuali responsabilità individuali potranno emergere soltanto quando l''inchiesta sarà chiusa". Perch�, "nel recente passato, relativamente ad altri episodi, abbiamo visto per mesi bombardamenti sui mezzi di comunicazione che poi la Cassazione ha tradotto in termini di nessuna responsabilità per le aziende e per le persone indagate". Un altro distinguo che Domp� ritiene importante è che "l''Agenzia, indiscutibilmente, per il lavoro che ha fatto è un istituzione che va confortata, rafforzata e che non può n� deve essere messa in discussione", puntualizza il numero uno di Farmindustria. Infatti, aggiunge, "guardando come erano prima le problematiche del nostro settore, guardandole oggi e facendo i confronti col contesto internazionale, non c''è alcun dubbio che sono stati fatti grossi passi avanti e che l''AIFA ha svolto in questo un ruolo molto importante". Tuttavia, "se sarà necessario nell''ambito dell''AIFA rinforzare le verifiche - conclude Dompè - perch� si dovesse dimostrare che alcune cose non sono state seguite con la necessaria attenzione, è chiaro che bisognerebbe porre rimedio". 

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Parte la nuova campagna “Battiti Per Il Cuore”

Parte la nuova campagna “Battiti Per Il Cuore”

A cura di Viatris

Di infertilità, precorsi di procreazione medicalmente assistita (Pma) e stimolazione ovarica si è parlato con diversi esperti in materia durante un evento promosso da Ibsa ...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top