Login con

Pharma

07 Luglio 2020

Integrazione alimentare, Integratori Italia: a ogni età quella giusto


L'integrazione alimentare non è uguale per tutti, a ogni età la supplementazione deve essere adatta a esigenze specifiche: bambini in crescita, donne in pubertà, fase dell'invecchiamento a carenze vitaminiche

L'integrazione alimentare non è uguale per tutti, a ogni età la supplementazione deve essere adatta a esigenze specifiche: bambini in crescita, adolescenza, donne in pubertà e in età fertile, fase dell'invecchiamento. Questo il focus proposto dalla terza edizione della campagna informativa sugli integratori alimentari nata dalla collaborazione tra Integratori Italia, parte di Unione Italiana Food, e l'Unione nazionale consumatori per fornire una "bussola" per permettere ai consumatori di orientarsi nel mondo degli integratori alimentari, ed evitare le notizie parziali e combattere le fake news.

Età pediatrica, a rischio di carenza con diete di esclusione

«L'alimento ideale dalla nascita fino al sesto mese è, senza alcun dubbio, il latte materno - spiega Domenico Careddu, pediatra Fimp che ha contribuito alla campagna -. Dal primo anno di vita, è possibile considerare una supplementazione con Vitamina D e K, la cui concentrazione nel latte materno dopo la nascita è bassa. Dopo il primo anno di vita, l'utilizzo di integratori alimentari può essere necessario in bambini che seguono diete di esclusione o in altre situazioni a rischio di carenza. È bene ricordare che soprattutto nei ragazzi che praticano sport a livello pre-agonistico/agonistico, l'alimentazione deve consentire di fornire il miglior supporto metabolico alla prestazione, mantenendo contestualmente un peso ed una composizione corporea normali».

La donna, dalla pubertà all'età adulta

«Nella fase della pubertà, periodo di passaggio dall'infanzia all'età adulta, può essere utile integrare con Vitamina D, che ha un ruolo fondamentale nel metabolismo osseo - afferma Vincenzo De Leo, direttore scuola di specializzazione in Ginecologia e Ostetricia del Dipartimento di Medicina molecolare e dello sviluppo, Università di Siena. «In età fertile la vitamina B1 si è dimostrata un trattamento efficace per le mestruazioni dolorose e la vitamina E può essere utilizzata nel trattamento della dismenorrea primaria, grazie alla sua attività anti-ossidante. Infine, per contrastare gli effetti dell'iniziale decremento degli estrogeni in peri-menopausa - l'alterazione della termoregolazione, della stabilità vasomotoria, del ritmo sonno-veglia - negli ultimi anni si sono affermate come terapie i fitoestrogeni, prodotti nutraceutici che, oltre a rappresentare una buona alternativa alla terapia ormonale sostitutiva, si sono dimostrate in grado di esercitare una spiccata attività antiossidante e antinfiammatoria».

Invecchiamento cerebrale sensibile a carenze vitaminiche

«Il cervello è l'organo del corpo che invecchia più velocemente e in maniera più significativa rispetto a tutti gli altri tessuti dell'organismo - spiega infine Giovanni Scapagnini, ordinario di Nutrizione umana, Dipartimento Scienze per la salute, Università degli Studi del Molise e vicepresidente Sinut -. In quest'ottica, trovare delle sostanze che aumentino le difese naturali del cervello, rappresenta sempre più un'emergenza socio-sanitaria. Numerose sostanze nutraceutiche, sono state oggetto di ricerche sperimentali e cliniche, in quanto potenzialmente efficaci nel supportare le funzioni cerebrali. In generale, il cervello è particolarmente sensibile a carenze vitaminiche, e in particolare alcune vitamine del gruppo B svolgono un ruolo cruciale nel mantenimento della fisiologia cerebrale. Gli omega-3 sono considerati acidi grassi essenziali».

Il focus sull'integrazione alimentare in rapporto alle varie fasce di età è presentato con una videografica informativa, realizzata in collaborazione con gli esperti, condivisa attraverso la pagina Facebook.

TAG: CARENZA DI VITAMINA B, INTEGRATORI ALIMENTARI, CARENZA DI VITAMINA D, CARENZE NUTRIZIONALI, CARENZE NELLA DIETA, INTEGRATORI ITALIA – AIIPA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

22/02/2024

Dopo appena due settimane dalla nomina, Giorgio Palù ha lasciato l’incarico di presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), sarebbe dovuto restare in carica un anno

21/02/2024

Il Consiglio di amministrazione del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) ha nominato Pamela Rendi-Wagner alla direzione per...

A cura di Redazione Farmacista33

16/02/2024

Emanuele Monti, Presidente IX Commissione Sostenibilità Sociale, Casa e Salute della Regione Lombardia entra nel Consiglio di amministrazione dell'Agenzia...

A cura di Redazione Farmacista33

15/02/2024

Il ministro della Salute Orazio Schillaci ha firmato il decreto che nomina Giorgio Palù Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Combattere e prevenire i primi malanni di stagione dei più piccoli

Combattere e prevenire i primi malanni di stagione dei più piccoli


L’OMS ha condiviso le raccomandazioni per agenzie regolatorie e aziende farmaceutiche sulla composizione dei vaccini antinfluenzali per la prossima stagione ...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top