Login con

Pharma

23 Dicembre 2022

Deficit Vitamina D, integrazione ai bambini non interferisce con la crescita


La somministrazione settimanale di vitamina D aumenta le concentrazioni di 25-idrossi vitamina D, o 25(OH)D, senza influenzare sviluppo


La somministrazione settimanale di vitamina D aumenta le concentrazioni di 25-idrossi vitamina D, o 25(OH)D, senza influenzare sviluppo, composizione corporea, crescita o sviluppo puberale successivo, nei bambini dopo i tre anni. A mostrarlo è uno studio pubblicato su JAMA Pediatrics, guidato da Davaasambuu Ganmaa della Harvard Medical School di Boston (USA). Lo studio consisteva nell'analisi secondaria di un trial clinico randomizzato, in doppio cieco, condotto su bambini tra i sei e i 13 anni di età ai quali è stata somministrata vitamina D o placebo, per tre anni.

Il deficit di vitamina D

Il deficit di vitamina D, definito in base a livelli di 25(OH)D inferiori a 20 ng/mL, è prevalente nei bambini che vivono nelle zone a clima temperato e sarebbe associato a un'attivazione precoce dell'asse ipotalamo-ghiandola ipofisi - gonadi, obesità e arresto della crescita. I ricercatori, analizzando i risultati della sperimentazione clinica precedentemente condotta per valutare l'efficacia dell'integrazione di vitamina D, hanno voluto determinare se una dose settimanale di questo composto, somministrato per via orale, poteva influenzare la composizione corporea, la crescita o lo sviluppo puberale nei bambini in età scolare che vivono in un contesto in cui il deficit di vitamina D è prevalente, in particolare, in Mongolia.

I risultati a livello di composizione corporea

In totale, nello studio sono stati inclusi 8.851 bambini, di cui circa la metà era di sesso femminile, divisi tra un gruppo trattato e un gruppo placebo. Il team ha somministrato a 4.418 bambini, una dose settimanale di vitamina D3 a 14mila UI, e a 4.433 bambini, un placebo.
Degli 8.453 bambini che avevano un deficit di vitamina D all'inizio dello studio, la concentrazione media di 25(OH)D, dopo tre anni di trattamento, è arrivata a 31,0 ng/mL per il gruppo che assumeva vitamina D contro 10,7 ng/mL per i bambini del gruppo placebo.
Andando ad analizzare, poi, l'impatto del trattamento sulla crescita e sulla composizione corporea, il team ha trovato che l'integrazione di vitamina D non influenza l'altezza media per età, l'indice di massa corporea per età, la massa libera da grasso, la percentuale di grasso del corpo, i punteggi Tanner o il rapporto circonferenza vita/altezza, né nel complesso né all'interno di sottogruppi definiti in base al sesso, alle concentrazioni di 25(OH)D al baseline, se inferiori o superiori a 10 ng/mL, o definiti in base all'assunzione di calcio, se inferiore o superiore a 500 mg al giorno.

Sabina Mastrangelo

Fonte:

JAMA Pediatr (2022) - doi:10.1001/jamapediatrics.2022.4581

TAG: CARENZA DI VITAMINA D, VITAMINA D, BAMBINO

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

16/02/2024

Emanuele Monti, Presidente IX Commissione Sostenibilità Sociale, Casa e Salute della Regione Lombardia entra nel Consiglio di amministrazione dell'Agenzia...

A cura di Redazione Farmacista33

15/02/2024

Il ministro della Salute Orazio Schillaci ha firmato il decreto che nomina Giorgio Palù Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco

A cura di Redazione Farmacista33

12/02/2024

La nota AIFA, a seguito del parere dell’EMA, indica il rischio di PRES e RCVS se si utilizzano medicinali con pseudoefedrina

A cura di Redazione Farmacista33

08/02/2024

La Conferenza Stato-Regioni ha dato il via libera, nella riunione dell'8 febbraio, alla nomina a presidente dell'Agenzia italiana del farmaco, Giorgio Palù, e ha...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Idrata e rinfresca l’occhio

Idrata e rinfresca l’occhio


L'europarlamentare Adam Jarubas (PPE) ha promosso un Roundtable Farmaceutico dell'UE per discutere le strategie per garantire l’accesso ai farmaci per la...

A cura di Cristoforo Zervos

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top