Login con

Medicina

26 Marzo 2024

Streptococco: in Giappone crescono i casi da sindrome da shock tossico associato a variante

In Giappone è aumentata l’allerta nei confronti di sindrome da shock tossico streptococcico, probabilmente associato a variante batterica dello streptococco di gruppo A

di Redazione Farmacista33


Streptococco: in Giappone crescono i casi da sindrome da shock tossico associato a variante

In aumento in Giappone i casi di sindrome da shock tossico streptococcico (Stss), evento raro ma molto rave, e associato secondo gli esperti a una variante batterica dello streptococco di gruppo A. Il governo metropolitano di Tokyo ha rilasciato un alert in seguito a un aumento significativo dei casi di Stss: secondo gli ultimi dati, nel 2024 hanno già superato la metà del totale registrato l'anno scorso. Nella sola capitale se ne contavano 88 al 17 marzo, mentre a livello nazionale 517 secondo quanto riporta 'The Japan Times'.


Stss associato a variante batterica nota come ceppo M1UK
Nel 2023 il tasso di mortalità da Stss è stato pari al 30% circa, ricorda il governo metropolitano di Tokyo. Anche se rara, la Stss è molto grave e può causare necrosi dei tessuti. L'anno scorso sono stati 141 i casi in città, con 42 decessi. Lo streptococco di gruppo A può essere trasmesso per via respiratoria o per contatto diretto, nonché attraverso ferite a mani e piedi, spiegano le autorità sanitarie della capitale nipponica, che invitano a rivolgersi immediatamente al medico in presenza di sintomi come dolore agli arti e gonfiore o febbre. I funzionari evidenziano l'importanza di misure preventive di base come il lavaggio frequente delle mani e una cura adeguata delle ferite. Gli esperti ritengono che l'aumento dei casi di Stss sia associato a una variante batterica nota come ceppo M1UK, rilevata sempre più spesso da metà novembre 2023 nei pazienti colpiti. Se in genere circa il 90% dei casi annuali di Stss si concentra fra gli over 40, nel 2023 è stato segnalato un boom di infezioni tra i 40enni, riporta il quotidiano citando il Niid, l'Istituto nazionale per le malattie infettive.


TAG: RICERCA, MEDICINA, STREPTOCOCCO

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

05/04/2024

L'Italia investe nella formazione universitaria l'1,5% della spesa pubblica, contro il 2,3% della media Ue: si posiziona sotto Germania, Francia e Spagna. I...

A cura di Francesca Giani

05/04/2024

Uno studio recente, presentato durante la 14° Conferenza Europea sul Cancro al Seno,  evidenzia l’importanza di includere l’esercizio fisico come parte integrante della cura ...

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

05/04/2024

Il nuovo Codice della strada ha ricevuto il primo via libera ed è arrivato alcuni giorni fa alla Camera: prevede una revisione del concetto di “condotta...

A cura di Redazione Farmacista33

04/04/2024

Le terapie digitali rappresentano un’opportunità per l’assistenza domiciliare del paziente cronico e sono un approccio particolarmente innovativo in cui gli “algoritmi” possono diventare...

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

L’autunno dei capelli

L’autunno dei capelli

A cura di Viatris

A partire dal 1° aprile, Roberto Bettin assume il ruolo di General Manager Southern Europe di embecta: Italia, Spagna, Portogallo e Grecia si uniranno come...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top