Login con

Farmaci e dintorni

26 Agosto 2015

Aspirina basso dosaggio e fans a lungo termine protettivi su Ca colon retto


Prendere una o due aspirine a basso dosaggio al giorno per almeno cinque anni si associa a un minor rischio di cancro del colon-retto, lo dicono gli autori di uno studio del Danish cancer society research center di Copenaghen pubblicato da Annals of Internal Medicine, sottolineando che si parla di farmaci prescritti da medici e non usati per automedicazione. Precedenti studi sull'acido acetilsalicilico (Asa)e sui farmaci anti-infiammatori non steroidei (Fans) avevano suggerito l'effetto protettivo contro il cancro del colon-retto, ma non erano chiari i tempi e i dosaggi di assunzione necessari per ottenere i benefici. Nello studio danese i ricercatori hanno utilizzato i dati di oltre 113.000 persone riscontrando che assumendo Asa a basso dosaggio ininterrottamente per almeno cinque anni, il rischio di cancro del colon-retto si era ridotto del 27%, e l'utilizzo di altri Fans per almeno cinque anni lo riduceva del 30%. L'effetto protettivo, chiarisce Soren Friis medico e ricercatore del Centro di ricerche, «si ottiene con l'uso costante a lungo termine, mentre c'è qualche indicazione che l'uso anche non continuativo di questi farmaci può essere marginalmente efficace». E gli stessi autori dello studio avvertono che aspirina e Fans, nel lungo termine, comportano rischi e possono causare sanguinamento gastrointestinale, quindi il potenziale di riduzione del rischio di cancro al colon va confrontato con i potenziali effetti collaterali. Nello studio sono stati inclusi solo soggetti che hanno ottenuto i farmaci su prescrizione medica, escludendo i pazienti che hanno fatto acquisti over-the-counter delle medicine. «Nessuno dovrebbe iniziare a prendere l'aspirina o Fans sulla base delle nuove scoperte» ha infatti chiarito Friis «L'automedicazione con aspirina o Fans fortemente sconsigliato a causa della possibilità di eventi avversi gravi e il pubblico non deve prendere alcuna farmaci regolarmente senza consultare un medico o uno specialista con discuterne le implicazioni».

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Una nuova proposta per gli spuntini quotidiani

Una nuova proposta per gli spuntini quotidiani


Il Parlamento Europeo ha adottato una posizione decisiva sulla riforma farmaceutica dell'UE, con l'obiettivo di rivoluzionare la legislazione farmaceutica per...

A cura di Cristoforo Zervos

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top