Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Italia leader nella lotta ai falsi


Ministero del Welfare e Agenzia italiana del farmaco (Aifa) al lavoro per migliorare la sperimentazione e la sicurezza dei medicinali in Italia. In particolare per facilitare gli studi sui volontari sani, che valutano la sicurezza delle nuove molecole (studi di Fase I). "Con il direttore generale dell''Aifa, Guido Rasi, sono allo studio iniziative per favorire gli studi di fase clinica I in Italia" ha spiegato il viceministro alla Salute, Ferruccio Fazio, all''Università degli Studi di Milano Bicocca per il terzo Congresso internazionale “La vita del farmaci: prospettive scientifiche e analisi interdisciplinare di un prodotto in trasformazione”. Durante la cerimonia inaugurale dell''evento, in programma fino al 24 settembre, Fazio ha ricordato anche l''importanza della tracciabilità dei farmaci nella lotta ai falsi. Contro il rischio contraffazione "l''Italia è fra i primi Paesi nel mondo: oggi meno dello 0,5% dei medicinali non è tracciabile", assicura il viceministro. Sostenere nel modo migliore il complesso iter sperimentale che prevede lo sbarco di un nuovo farmaco sul mercato, e garantire ai cittadini elevati livelli di sicurezza dei medicinali in commercio, sono elementi tanto più importanti se si pensa ai traguardi già raggiunti dall''umanità grazie alla disponibilità di nuove terapie.

"L''allungamento dell''aspettativa di vita degli italiani può essere attribuito per il 40% proprio ai farmaci", sottolinea Fazio. Bisogna poi considerare, prosegue Fazio, che "già oggi il 20% degli italiani ha più di 65 anni e che per il 2050 si stima un 40% di connazionali over 65". Ebbene, "il 35% degli italiani maggiori di 65 anni ha 2-3 malattie croniche", ricorda ancora il viceministro. Si tratta dunque di pazienti che hanno bisogno di assumere più di un farmaco, e per questo la ricerca farmacologica ha due priorità: "Medicinali più efficaci e più tollerati". Quanto alle "dinamiche relative alla spesa farmaceutica territoriale e ospedaliera" ha detto il viceministro "bisogna andare verso l''introduzione progressiva dei medicinali generici". C''è poi il capitolo delle medicine non convenzionali: "Francia e Germania sono grandi produttori e spingono molto in questa direzione. A noi conviene?" si è chiesto Fazio. "Rappresentano comunque un costo e dobbiamo essere certi che producano un reale beneficio", riflette.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Per un sorriso smagliante - Curaprox

Per un sorriso smagliante - Curaprox

A cura di Curaprox

Riaccreditato e attivo fino a metà maggio il corso relativo alla Somministrazione in sicurezza del vaccino antinfluenzale e anti COVID-19 nelle Farmacie - seconda edizione: consente di accedere al...

A cura di Francesca Giani

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top