Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Racca: la fascia C non uscirà dalla farmacia


«La fascia C non uscirà dalla farmacia». Ha tutti i toni di un impegno la frase che il presidente di Federfarma, Annarosa Racca, ha pronunciato sabato davanti alla platea del convegno sui nuovi servizi in farmacia organizzato il 2 e 3 aprile a Riccione dall’Utifar. Anche se fuori tema, la deregulation degli etici non rimborsati è diventata quasi per forza argomento di discussione nei due giorni di lavori. Non se ne poteva non parlare, dopo il convegno dell’Anpi (Associazione nazionale parafarmacie italiane) di dieci giorni fa e dopo le voci che vorrebbero un nuovo blitz “pro liberalizzazione” nel ddl su sviluppo e competizione che il governo dovrebbe presentare tra un paio di mesi. Di qui il grido di allarme lanciato sabato da Enrico Finzi, sociologo e presidente di Astraricerche: «Seguo da più di vent’anni il mondo della farmacia e niente mi ha mai preoccupato come la fuoriuscita della fascia C dal canale. Non c’è solo il rischio legato alla dispensazione in esercizi commerciali di farmaci con ricetta che vanno utilizzati con attenzione; se la liberalizzazione passa rischia di saltare il sistema perché si troverebbero di fronte al rischio della chiusura tra il 33 e il 45% delle farmacie. Non mi sembra che le associazioni dei titolari facciano abbastanza per scongiurare tale evenienza». Di diverso avviso la presidente Racca: «Federfarma si batte da tempo con vigore contro la liberalizzazione della fascia C. Abbiamo già respinto molti assalti, sappiamo che ce ne saranno degli altri e respingeremo anche quelli. Non ci sarà nessuna uscita dalla farmacia». Anche il presidente della Fofi Andrea Mandelli, ospite della tavola rotonda di domenica, ha ricordato l’impegno della Federazione sul tema: «Ci sono forti pressioni per portare la fascia C fuori della farmacia. Occorre analizzare la situazione e trovare come uscirne risolvendo le situazioni anomale che abbiamo. Soluzioni preconfezionate non le ho, per trovarle serve il confronto. La Fofi si è impegnata a raffreddare dove possibile certe tensioni, come in Sicilia dove finalmente siamo riusciti a ottenere che si facessero i concorsi. Con il riordino abbiamo la possibilità di avviare una riforma generale della farmacia e del servizio farmaceutico». E della necessità di un concorso per soli titoli aveva parlato il giorno prima anche Luigi D’Ambrosio Lettieri, relatore del ddl di riordino in commissione Sanità del Senato e vicepresidente dell’Ordine.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Ritrovare la serenità durante la menopausa

Ritrovare la serenità durante la menopausa

A cura di Viatris

Per supportare il farmacista nel management della farmacia la School of Management di Torino propone un Master Executive

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top