Login con

Vaccini

10 Maggio 2024

Vaccini, Oms: hanno salvato almeno 154 milioni di vite negli ultimi 50 anni

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) ha completato un’analisi completa del Programma Esteso di Immunizzazione (EPI) che opera ormai da 50 anni. I dati dello studio sono stati pubblicati su The Lancet

di Cristoforo Zervos


Vaccini, Oms: hanno salvato almeno 154 milioni di vite negli ultimi 50 anni

Negli ultimi 50 anni i vaccini contro 14 malattie infettive (difterite, Haemophilus influenzae tipo B, epatite B, encefalite giapponese, morbillo, meningite A, pertosse, malattia pneumococcica invasiva, poliomielite, rotavirus, rosolia, tetano, tubercolosi e febbre gialla) hanno salvato almeno 154 milioni di vite di cui, 101 milioni, solo di neonati. Lo dicono i risultati di uno studio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità pubblicato su The Lancet che dimostra che la vaccinazione è stata l'intervento sanitario più efficace per garantire che i bambini continuino a condurre vite sane fino all'età adulta

Vaccino contro il morbillo: il maggior impatto sulla riduzione della mortalità infantile
Tra i vaccini esaminati, quello contro il morbillo ha avuto il maggior impatto sulla riduzione della mortalità infantile, contribuendo al 60% delle vite salvate. La vaccinazione contro il morbillo rimarrà probabilmente la principale causa di prevenzione delle morti infantili anche in futuro. Nel complesso, la vaccinazione ha contribuito a ridurre la mortalità infantile del 40% a livello globale, e di oltre il 50% in Africa. Oltre al morbillo, le malattie incluse sono difterite, Haemophilus influenzae tipo B, epatite B, encefalite giapponese, meningite A, pertosse, polio, rotavirus, rosolia, tetano, tubercolosi e febbre gialla. Il direttore generale dell'OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha sottolineato l'importanza delle vaccinazioni, ricordando che grazie a queste, il vaiolo è stato eradicato e la polio è quasi scomparsa. La continua ricerca e collaborazione potrebbero portare a salvare molte altre vite nei prossimi 50 anni.

Lo studio, evidenzia come meno del 5% dei neonati avesse accesso alle vaccinazioni nel 1974, mentre oggi l'84% riceve le tre dosi raccomandate contro difterite, tetano e pertosse. Nonostante questi successi, rimangono sfide importanti: nel 2022, 33 milioni di bambini non hanno ricevuto le dosi necessarie del vaccino contro il morbillo. L'UNICEF e altre organizzazioni come Gavi e Vaccines Alliance, stanno lavorando per aumentare ulteriormente la copertura vaccinale, fornendo oltre 2 miliardi di dosi all'anno e proteggendo più di un miliardo di bambini nel corso degli anni. Gavi, in particolare, è stata fondata per espandere l'impatto dell'EPI, focalizzandosi sulle aree più vulnerabili e promuovendo l'equità vaccinale.

Questo progetto sanitario globale sottolinea quanto le vaccinazioni siano state uno dei più grandi successi nella storia della sanità. Il direttore generale dell'OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha ribadito l'importanza di continuare a sostenere la ricerca, gli investimenti e la collaborazione per garantire che ogni persona abbia accesso a questi interventi salvavita. Negli ultimi 50 anni, i progressi dell'EPI hanno dimostrato che la cooperazione tra governi, organizzazioni sanitarie, enti di beneficenza e comunità può portare a un miglioramento significativo della salute pubblica. Tuttavia, resta ancora molto da fare per raggiungere i 67 milioni di bambini che hanno perso una o più vaccinazioni durante la pandemia e per proteggere tutti da malattie prevenibili come morbillo, polio e meningite. La prossima sfida è assicurare che i programmi di immunizzazione rimangano finanziati e supportati, e che tutti, dai bambini agli anziani, possano beneficiare della protezione offerta dai vaccini. Solo così sarà possibile continuare a salvare milioni di vite nei prossimi anni.

https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(24)00850-X/fulltext 

https://www.who.int/news/item/24-04-2024-global-immunization-efforts-have-saved-at-least-154-million-lives-over-the-past-50-years

TAG: ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITà, CONTROLLO DELLE INFEZIONI, PREVENZIONE, VACCINAZIONI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

30/05/2024

Nell'applicazione dell’istituto del riassorbimento, l’individuazione del numero delle farmacie stabilito in base alla popolazione, in sede di revisione delle piante organiche, trova...

A cura di Avv. Rodolfo Pacifico

15/05/2024

La difficoltà di reperimento di locali idonei all’apertura di una farmacia è una variabile che l’amministrazione comunale deve valutare a seguito di richiesta di riperimetrazione

A cura di Avv. Rodolfo Pacifico

03/05/2024

La Corte di Giustizia dell’Unione europea a seguito di un rinvio pregiudiziale ha fornito una interessante interpretazione di alcune norme rilevanti in materia di vendita online di farmaci

A cura di Avv. Rodolfo Pacifico

17/04/2024

La libertà di ottenere il trasferimento del farmacista nell’ambito della zona di competenza non è incondizionata: il locale indicato deve essere situato in modo da soddisfare le esigenze degli...

A cura di Avv. Rodolfo Pacifico

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

vitamine e minerali per il fabbisogno dell’organismo - Lafarmacia.

vitamine e minerali per il fabbisogno dell’organismo - Lafarmacia.

A cura di Lafarmacia.

In Italia 4 adulti su 10 soffrono di eccesso ponderale, di cui 3 sono in sovrappeso e 1 obeso. E non decolla la regola delle “5 porzioni al giorno di frutta e verdura” raccomandate dalle linee...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top