Login con

Pharma

12 Novembre 2020

Covid-19, ok Fda all'uso di emergenza dell'anticorpo monoclonale Eli Lilly


Via libera della Food and Drug Administration all'uso dell'anticorpo monoclonale Eli Lilly per il trattamento anti-Covid-19 per i pazienti con infezioni lievi o moderate ma a rischio di malattia severa

Via libera della Food and Drug Administration (Fda) Usa all'uso di emergenza dell'anticorpo monoclonale Eli Lilly per il trattamento anti-Covid-19, destinato alla cura di infezioni di lieve o moderata entità ma a rischio di malattia severa, in pazienti adulti o bambini sopra i 12 anni. Si tratta, precisa il "Washington Post", del primo trattamento a base di anticorpi monoclonali autorizzato per l'uso sui pazienti.

Anticorpo imita l'attacco del sistema immunitario al virus

Il farmaco, un anticorpo prodotto in laboratorio che imita l'attacco del sistema immunitario al virus, è prodotto da Eli Lilly & Co. Secondo i ricercatori si tratta di "una classe di farmaci che si rivelerà un potente strumento per cambiare il corso della pandemia e potrà fare da ponte verso un vaccino - ricorda il Washington Post -. Inoltre, è della stessa famiglia di farmaci del trattamento ricevuto dal presidente Donald Trump quando è stato colpito da Covid-19". Ma "la scarsità iniziale del farmaco e le complessità logistiche della sua somministrazione potrebbero ridurne l'impatto immediato sulla pandemia". Il medicinale, bamlanivimab, deve essere somministrato per infusione endovenosa all'inizio della malattia. "Bamlanivimab, se somministrato all'inizio del decorso della malattia, può aiutare i pazienti a eliminare il virus e ridurre i ricoveri correlati a Covid, supportando la nostra convinzione che gli anticorpi neutralizzanti possano essere un'importante opzione terapeutica per chi combatte questo virus", ha dichiarato Daniel Skovronsky, Chief scientific officer di Lilly. Se Trump ha ricevuto un anticorpo sperimentale prodotto da Regeneron Pharmaceuticals attraverso un programma di uso compassionevole, Chris Christie, ex governatore repubblicano del New Jersey, ha avuto accesso al farmaco Lilly. Entro la fine dell'anno, Lilly prevede che potrebbero essere disponibili 1 milione di dosi di anticorpo monoclonale. Gli Stati Uniti hanno negoziato contratti per 300.000 dosi.

TAG: UNITED STATES FOOD AND DRUG ADMINISTRATION, CORONAVIRUS, COVID-19, SARS-COV-2

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

16/02/2024

Emanuele Monti, Presidente IX Commissione Sostenibilità Sociale, Casa e Salute della Regione Lombardia entra nel Consiglio di amministrazione dell'Agenzia...

A cura di Redazione Farmacista33

15/02/2024

Il ministro della Salute Orazio Schillaci ha firmato il decreto che nomina Giorgio Palù Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco

A cura di Redazione Farmacista33

12/02/2024

La nota AIFA, a seguito del parere dell’EMA, indica il rischio di PRES e RCVS se si utilizzano medicinali con pseudoefedrina

A cura di Redazione Farmacista33

08/02/2024

La Conferenza Stato-Regioni ha dato il via libera, nella riunione dell'8 febbraio, alla nomina a presidente dell'Agenzia italiana del farmaco, Giorgio Palù, e ha...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Contrastare la perdita di compattezza ed elasticità della pelle

Contrastare la perdita di compattezza ed elasticità della pelle

A cura di Bios Line

Sull’applicazione del Codice relativo ai medicinali veterinari arrivano nuove indicazioni operative: sono molte le questioni su cui ci sono dubbi e man mano...

A cura di Francesca Giani

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top