Login con

Pharma

11 Aprile 2023

Diabete, nuove penne smart per monitorare la terapia. Ecco come funzionano


Disponibili nuove penne smart ricaricabili connesse a smartphone, tablet, PC, con App dedicate: registrano cronologia iniezioni insulina

In Italia, circa il 26% dei pazienti diabetici assume insulina da sola o in combinazione con altri farmaci ma l'80% di questi non raggiunge il target glicemico spesso per errori di dosaggio e dimenticanze di somministrazioni del farmaco. Su queste premesse Novo Nordisk ha sviluppato due penne smart riutilizzabili e ricaricabili, (NovoPen 6 e NovoPen Echo Plus), che, connesse a smartphone, tablet, PC, con App dedicate trasferiscono la cronologia delle iniezioni per tenere un registro e monitorare della terapia. I nuovi device sono stati presentati in conferenza stampa a Milano.


Penne smart ecco come funzionano

Tramite i due dispositivi, ogni volta che il paziente effettua un'iniezione, verranno rilevate e memorizzate le informazioni riguardo la dose somministrata, le unità assunte, il tempo trascorso dall'ultima somministrazione, ora e data di tutte le dosi iniettate (fino a 800 dosi, corrispondenti ad almeno tre mesi di terapia) e dati di controllo del flusso. Le penne smart possono interfacciarsi con diverse app per il diabete e con software gestionali utilizzati dalle strutture sanitarie. Le informazioni sulla somministrazione del farmaco rilevate possono quindi essere utilizzate in parallelo ai dati di monitoraggio della glicemia, permettendo di evidenziare la relazione tra iniezioni di auto-somministrazione effettuate e i relativi livelli glicemici. Infatti, le penne supportano la comunicazione in prossimità (NFC - Near Field Communication), per cui è possibile trasferire la cronologia delle iniezioni a uno smartphone, un tablet, un PC, per tenere un registro personale.


Dati affidabili per personalizzare e adattare la terapia

"Per una parte dei nostri pazienti, non raramente, vi sono ritardi nell'inizio della terapia con insulina, e ciò è dovuto a paure e diffidenza visto sia l'importante impegno richiesto fino ad ora ai pazienti insulino-trattati, sia nella carenza di risorse e tempo delle diabetologie per una efficace educazione all'autogestione della terapia insulinica -afferma Paolo Di Bartolo, Direttore UO Diabetologia di Ravenna, Presidente Fondazione AMD. - Le smart pen e le app dedicate a guidare il paziente alla identificazione della giusta dose di insulina, sempre supportati da una adeguata educazione terapeutica, il monitoraggio continuo del glucosio, risultano essere una grande opportunità per le persone con diabete insulino-trattate".

"Il controllo glicemico richiede una valutazione continua delle modalità di somministrazione di insulina, per cui i pazienti devono effettuare rilevazioni frequenti e precise. Questo può rivelarsi molto oneroso per i pazienti e capita spesso che lo facciano in modo poco accurato e impreciso, rendendoli così inutilizzabili per il medico - continua Paolo Fiorina, professore ordinario endocrinologia, direttore SSD Diabetologia ASST Fatebenefratelli Sacco. - Dati affidabili su ogni singola somministrazione, in parallelo ai dati di monitoraggio della glicemia e delle abitudini alimentari, permettono al diabetologo di personalizzare e adattare la terapia e prevenire così le complicanze della malattia".

"Le smart pen ricordano al paziente quando ha somministrato la terapia e quante unità, rendendo più semplice la gestione della malattia per la persona con diabete e fornendo dati più precisi al diabetologo", commenta Luigi Laviola, Professore Ordinario di Endocrinologia, Dipartimento di Medicina di Precisione e Rigenerativa e Area Jonica Università degli studi di Bari.


Applicazioni, App e connettività aumenta coinvolgimento pazienti

"I recenti progressi nelle tecnologie di erogazione dell'assistenza sanitaria come applicazioni per smartphone, telemedicina, m-health, connettività dei dispositivi, tecnologia di apprendimento automatico e l'intelligenza artificiale hanno portato a un sostanziale miglioramento del controllo glicemico - continua Concetta Irace, Professore Ordinario dell'Università degli Studi Magna Grecia di Catanzaro. -È fondamentale aumentare il coinvolgimento e la cooperazione dei pazienti nell'autogestione del diabete e favorire la condivisione elettronica dei dati tra operatori sanitari e pazienti per raggiungere una personalizzazione costante nella terapia grazie a una visione completa della glicemia e dell'insulina".

"I nuovi device si aggiungono, si affiancano a quelli già citati e vanno a "coprire" una fascia vasta di pazienti - dice Daniela D'Onofrio, Fondatrice e Direttrice Portale Diabete. - Per le persone in multiniettiva non è infrequente, per la mia esperienza quotidiana, il dubbio se ci si sia somministrata la dose di insulina o quanta insulina per quel determinato pasto. E questo tutti i giorni, 3/4 volte al giorno, generando spesso ansia. Poi ci sono le visite o comunque i contatti con il proprio curante e sappiamo tutti quanto poco sia il tempo di visita. Sappiamo che il "diario" non si usa più. Poter scaricare con un click dati, informazioni, consentirà al curante di avere un quadro certo ed affidabile degli ultimi mesi. Queste nuove penne, quindi, aiuteranno le persone con il diabete a meglio gestire la terapia, in modo più chiaro e consapevole e al tempo stesso faciliteranno i rapporti con il proprio diabetologo".

"Novo Nordisk è da sempre impegnata per fornire soluzioni all'avanguardia a sostegno delle esigenze delle persone con diabete e dei medici. Oggi siamo felici di annunciare l'ingresso nella Digital Health, passo fondamentale per avanzare ulteriormente nella cura e nella terapia di questa malattia. Le nuove tecnologie presentate oggi vogliono ridurre l'immenso peso quotidiano di questa malattia cronica e portare a un miglioramento nella qualità della vita delle persone", conclude Drago Vuina, General Manager e Corporate Vice President Novo Nordisk Italy.

TAG: FARMACO, FARMACISTA DI COMUNITà, DIABETE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

09/05/2024

Si è svolto oggi il primo incontro tra il Presidente dell’AIFA, Robert Nisticò e il Presidente di Farmindustria, Marcello Cattani, presso sede dell’Agenzia che ha portato alla costituzione...

A cura di Redazione Farmacista33

08/05/2024

AstraZeneca ritira il proprio vaccino anti-Covid Vaxzevria in linea con l’indicazione data dall'Agenzia europea del farmaco sui vaccini non più usati e non aggiornati. Ecco le motivazioni

A cura di Simona Zazzetta

02/05/2024

Il nuovo ruolo di Aifa nelle parole del neo Presidente Robert Giovanni Nisticò, intervistato da Sanità33: "L’AIFA deve essere più presente nelle dinamiche internazionali, sa nell’European...

A cura di Redazione Farmacista33

02/05/2024

Le carenze intermittenti nella fornitura di capsule rigide di Creon verranno risolte nella seconda metà del 2026. La carenza non interessa la formulazione in granulato

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Il giusto sostegno al cambio di stagione

Il giusto sostegno al cambio di stagione

A cura di Lafarmacia.

Dal 13 al 18 maggio le farmacie del network Mia Farmacia (Farmacentro) impegnate nella campagna di sensibilizzazione “Abbiamo a cuore la tua salute”, dedicata alla lotta contro l’ipertensione...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top