Login con

Ricerca

10 Agosto 2023

Salute cuore: effetti positivi del cacao e dei frutti rossi sui biomarkers cardiovascolari

In particolare, i flavani del cacao ridurrebbero l’attività di TMAO e i livelli di acido urico e migliorerebbero la vasodilatazione flusso-mediata

di Sabina Mastrangelo


Salute cuore: effetti positivi del cacao e dei frutti rossi sui biomarkers cardiovascolari

Il consumo regolare di flavanoli del cacao può migliorare la salute cardiovascolare riducendo l’attività della trimetilammina N-ossido (TMAO) e i livelli di acido urico e migliorando i valori della vasodilatazione flusso-mediata(FMD). Inoltre, i flavanoli del cacao e gli antociani dei frutti rossi stimolano il metabolismo del microbiota intestinale promuovendo la fermentazione dei carboidrati. A mostrarlo è uno studio pubblicato su Nutrients e coordinato da Joaquin Garcia-Coredero dell’ICTAN-CSIC di Madrid, in Spagna, che ha valutato i benefici del consumare cacao e frutti rossi per migliorare i biomarkers cardiovascolari, evidenziando che includere più cibi ricchi di polifenoli nella dieta potrebbe efficacemente ritardare o prevenire le malattie cardiovascolari correlate all’età.  

Il contesto della ricerca

 Le malattie cardiovascolari sono la seconda causa di morte al mondo, con la maggior parte dei decessi che si verifica dopo i 60 anni. L’invecchiamento, infatti, porta a disfunzione dell’endotelio vascolare ed aumenta rigidità e ispessimento delle arterie. In aggiunta, con l’età si riducono l’attività della sintesi dell’ossido nitrico endoteliale, responsabile della produzione di ossido nitrico, un vasodilatatore che controlla il tono vascolare e previene l’infiammazione dei vasi. I polifenoli che si trovano nella dieta hanno comprovata efficacia nel combattere gli effetti negativi dell’invecchiamento e sono particolarmente utili nel prevenire il declino della funzionalità cognitiva e della comparsa della malattia cardiovascolare.  

Lo studio: antociani dei frutti rossi e flavanoli del cacao
 Per lo studio, i ricercatori hanno esaminato se gli antociani dei frutti rossi e i flavanoli del cacao hanno un impatto sui biomarkers cardiovascolari, inclusi omocisteina, ossido nitrico, FMD, enzima di conversione dell’angiotensina (ACE), pressione sanguigna e profilo lipidico. Lo studio è stato condotto per 12 settimane e ha coinvolto volontari suddivisi in tre gruppi di cui uno consumava un mix di frutti rossi di circa 5 grammi al giorno, un altro consumava polvere di cacao ricca di polifenoli, alla dose di 2,5 grammi al giorno, e il terzo consumava una combinazione dei due alimenti alla dose di 7,5 grammi al giorno. La popolazione inclusa era composta da adulti di età compresa tra 45 e 85 anni, incluse donne in post menopausa.  

Gli effetti dei polifenoli sui biomarkers cardiovascolari

 Tra i gruppi non è emersa alcuna differenza statisticamente significativa a livello di concentrazione sieriche delle proteine totali, omocisteina, ossido nitrico, ACE e attività della TMAO. Rispetto all’inizio dello studio, nel corso delle visite durante e a fine ricerca c’è stato un aumento statisticamente significativo dei valori di FMD nella coorte di persone che assumeva cacao e una riduzione dei livelli di TMAO a 12 settimane dall’inizio dell’assunzione. Inoltre, a 12 settimane dall’intervento, il gruppo che consumava cacao mostrava un più elevato aumento dei livelli di polifenoli rispetto al gruppo che assumeva cacao e frutti rossi. Tuttavia, come evidenziano gli stessi autori, è necessario verificare questi risultati includendo un gruppo placebo, per avere una più approfondita comprensione dei meccanismi coinvolti nel possibile effetto protettivo cardiovascolare.

Bibliografia:
Garcia-Cordero J. et al., Regular consumption of cocoa and red barriers as a strategy to improve cardiovascular biomarkers via modulation of microbiota metabolism in healthy aging adults. Nutrients (2023) – doi: 10.3390/nu15102299

TAG: RICERCA, CACAO, POLIFENOLI, EVENTI CARDIOVASCOLARI, NUTRIZIONE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

07/05/2024

Un nuovo studio, condotto dai ricercatori della Concordia University e pubblicato sulla rivista Physical Activity and Nutrition ha mostrato che l’integrazione di mirtillo rosso migliora le...

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

02/05/2024

L’arsenico inorganico è considerato un contaminante alimentare da monitorare per stabile un livello massimo accettabile che non causi effetti avversi nella popolazione. Nel 2009 il gruppo di...

A cura di Francesca De vecchi - Tecnologa alimentare

23/04/2024

Una review fa il punto sui composti bioattivi e sui potenziali benefici della forma ‘invecchiata’ dell’Allium sativum

A cura di Sabina Mastrangelo

18/04/2024

L’alimentazione a base vegetale (plant-based) è associata a numerosi benefici per la salute, tra cui il miglioramento della pressione sanguigna, il controllo glicemico, i livelli di lipidi,...

A cura di Francesca De vecchi - Tecnologa alimentare

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

BioNike è Partner per la Ricerca di Fondazione IEO-MONZINO

BioNike è Partner per la Ricerca di Fondazione IEO-MONZINO

A cura di BioNike

La persistenza del dolore può portare a disabilità, parziale o totale, e ad un aumento del rischio di complicanze. Per prevenire la cronicizzazione del dolore, è importante avviare un trattamento...

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top